Jobs act Renzi: cosa cambia? Significato e testo della riforma del lavoro

Jobs act Renzi: cosa cambia? Significato e testo della riforma del lavoro

Il Jobs Act di Renzi prevede l'introduzione del contratto a tutele crescenti, che partirà dal primo marzo. Riportiamo il significato del testo e il pdf.

2 di 7

2 di 7

Il reintegro

reintegro
Particolarmente discusso è stato il punto del reintegro, che tocca in maniera puntuale la questione dell’articolo 18. Il governo ha presentato un emendamento che riguarda il diritto al reintegro nel posto di lavoro. Questo sarà limitato soltanto ai licenziamenti nulli e discriminatori. Per i licenziamenti economici, invece, non ci sarà la possibilità del reintegro, ma è previsto un indennizzo economico, il cui importo diventa più alto in base all’anzianità di servizio. Secondo ciò che è stato stabilito dall’esecutivo, per l’impugnazione del licenziamento ci saranno dei tempi certi. Nel frattempo permane la discussione, perché Civati, in seguito alla presentazione di 8 emendamenti della minoranza del PD alla legge di stabilità, ha detto che voterà contro il Jobs Act. Secondo Alfano, ci sarebbero le premesse per un accordo.

2 di 7

Pagina iniziale

2 di 7

Parole di Mario Bello

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.