Robot 3D solido liquido

Il robot stampato in 3D con materiali solidi e liquidi contemporaneamente

Con le stampanti 3D si possono realizzare piccoli oggetti, pezzi di ricambio del corpo umano e addirittura un'intera casa. La collezione di tutte le meraviglie

1 di 9

1 di 9

Robot 3D solido liquido

Le stampanti 3D sono sempre più stupefacenti e nuove tecniche si mostrano all’orizzonte: un robot è stato infatti creato da zero con parti pre-fabbricate partendo da materiali solidi e liquidi simultaneamente in un solo passaggio. La novità arriva dal laboratorio Computer Science and Artificial Intelligence Lab (CSAIL) del MIT d Boston e può davvero rivoluzionare il settore dato che consente di abbattere tempi e costi. Questi automi sono ottenuti in un materiale finale che è soffice e flessibile e dimostra che elementi complessi proprio come un robot possono essere invece assemblati in tutta praticità. Si è così sostituita una parte “statica” con un sistema integrato e attivo per creare pattern che possono produrre forme, dimensioni e funzionalità specifiche. Il robot d’esempio è dotato di sei zempe ed è alimentato da 12 attuatori idraulici integrati, per un peso finale di 680 grammi e una lunghezza di 15 centimetri.

1 di 9

Pagina iniziale

1 di 9

Parole di Diego Barbera

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.