I babysitter, Andrea Pisani, Paolo Ruffini, Francesco Mandelli, Simona Tabasco

I babysitter, un remake migliore dell’originale

Tratto da una recente commedia francese, il film di Bognetti diverte senza impegno

2 di 5

2 di 5

[npgallery id=”8213″]

Andrea lavora in un’agenzia di procuratori sportivi da ormai sette anni, e spera che sia arrivato il momento del salto di carriera. Il suo capo, Gianni Porini, gigante del settore e uomo immensamente ricco, sfrutta la sua buona volontà e gli offre una proposta indecente: vuole far carriera? Allora dovrà badare a suo figlio Remo per una notte intera, mentre lui sarà fuori città insieme alla bella moglie. Andrea non può tirarsi indietro… Peccato che, proprio quella sera, gli amici di Andrea abbiano organizzato per lui una devastante festa di compleanno a base di droga, alcol e spogliarelliste: e se Andrea non può andare alla festa, è la festa a trasferirsi nella grande villa di Porini. Così, mentre Andrea dovrebbe badare all’insopportabile Remo, si ritrova anche a dover tenere a freno amici, amici di amici e folli imbucati, rischiando anche continue figuracce con la ragazza di cui è innamorato.

2 di 5

Pagina iniziale

2 di 5

Parole di Andrea Calaresi

Da non perdere

© 2005-2022 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.