Giovanardi e la sua morale anti-gay

Giovanardi e la sua morale anti-gay

Diverse sono state le trovate di Carlo Giovanardi contro i gay. Alcune sono state ampiamente criticate per essere troppo forti.

1 di 7

1 di 7

[npgallery id=”5817″]

Carlo Giovanardi, ex senatore Pdl, attuale senatore del Nuovo centrodestra ha ingaggiato ormai da tempo la sua personale battaglia contro l’omosessualità. Il senatore cattolico ha più volte esternato affermazioni ritenute controverse e offensive. Lo ricordiamo quando disse che “il bacio tra due donne in pubblico è come fare pipì“, o “il bunga-bunga va bene, purché sia tra uomo e donna“. Il negazionista dello sterminio dei gay sotto il Terzo Reich, lo stesso per cui Stefano Cucchi era morto perché era uno spacciatore abituale, e Aldrovandi aveva un cuscino dietro la testa “non una macchia di sangue“, è intervenuto a Porta a Porta, dove ha spiegato cosa intende per “famiglia tradizionale”. “Se sua figlia femmina le dicesse un giorno: mi sono innamorata di una donna e voglio andare a vivere con lei, come la prenderebbe?” E’ la domanda provocatoria che Bruno Vespa ha rivolto a Giovanardi, da molti accusato di essere un bigotto, un fondamentalista cattolico, un integralista.

L’ex sottosegretario alla famiglia racconta: “Mia figlia, che oggi è sposata e ha figli, qualche anno fa è tornata a casa e mi ha detto: papà, in Sudafrica mi sono fidanzata con un rasta. E mi ha spiegato cos’era. È di colore… Poi ha detto: è sposato. E io che sono un uomo di mondo dico: vabbè… Ed è sposato con un uomo. A quel punto, quando mi sono svegliato al pronto soccorso qualche ora dopo, mi ha spiegato che era un matrimonio di quelli fatti per far acquisire la cittadinanza… Quindi so come è fatto il mondo. Il mondo è molto più complesso dei romanzi che parlano di queste cose“. Per chi pensa a un alleggerimento nelle posizioni dell’icona anti-gay Giovanardi, arriva presto la conclusione: “Per fortuna adesso mia figlia è sposata con un’altra persona ed è mamma di figli quindi, a parte lo shock, la mia storia ha avuto un lieto fine“.

1 di 7

Pagina iniziale

1 di 7

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.