Gente licenziata per via del cancro

Gente licenziata per via del cancro

Se una malattia non pregiudica la capacità di un dipendente a lavorare, non si capisce perchè dovrebbe essere rilevante per il datore, o addirittura costituire il motivo di un licenziamento. Eppure i casi aumentano.

1 di 13

1 di 13

Malati di cancro e discriminazione licenziati

La lista delle persone licenziate per via del cancro si allunga. La discriminazione contro i malati di cancro è un problema grave. Se una malattia non pregiudica la capacità di un dipendente a lavorare, non si capisce perchè dovrebbe essere rilevante per il datore, o addirittura costituire il motivo di un licenziamento. Eppure nel mondo ci sono molte storie di gente che racconta di essere stata discriminata sul posto di lavoro e in seguito licenziata, perchè affetta da una patologia tumorale. I datori di lavoro vogliono sempre il massimo dell’efficienza da parte dei loro dipendenti, ma sempre più spesso i periodi di congedo richiesti da dipendenti malati, vengono utilizzati come pretesto per sbarazzarsi di loro. Spesso ci si può difendere facendo tutelare i propri diritti. Ecco alcune storie di gente licenziata per via del cancro.

1 di 13

Pagina iniziale

1 di 13

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.