Ponte Morandi

Genova: chi sono gli indagati per il crollo del ponte Morandi

Nella lista figurano anche dirigenti di Autostrade per l'Italia, Spea e del Ministero dei Trasporti

1 di 5

1 di 5

[npgallery id=”9202″]

Ecco i nomi di chi è stato iscritto nel registro degli indagati tra chi sapeva già dal 2015 che il ponte Morandi di Genova – crollato alla vigilia di Ferragosto – era a rischio. Sono 20 i nominativi indagati per il crollo del ponte che ha causato la morte di 43 persone e la perdita della casa per centinaia di genovesi. Indagati sono i vertici di Autostrade per l’Italia ma anche tecnici e funzionari del ministero per le Infrastrutture e degli enti chiamati a vigilare sulla sicurezza. L’iscrizione è un “atto dovuto” per consentire alle persone indagate di potersi difendere e proseguire con l’iter delle indagini che sono necessarie per fare luce su quanto accaduto.
Nell’elenco che trovate di seguito spuntano i nomi dei vertici di Autostrade e di Spea, la controllata del gruppo Atlantia che si occupa di sorveglianza e manutenzione delle infrastrutture, ma anche nomi di tecnici del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Ecco chi sono gli indagati per il crollo del ponte Morandi.

1 di 5

Pagina iniziale

1 di 5

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.