Fisco, rientro dei capitali e fatturazione elettronica: cosa cambia con il decreto del Governo

Fisco, rientro dei capitali e fatturazione elettronica: cosa cambia con il decreto del Governo

Con il decreto su certezza del diritto e fatturazione elettronica, il Governo impone un cambio di passo al Fisco: cosa cambia per i contribuenti con le nuove norme.

2 di 6

2 di 6

Elusione fiscale

guardia finanza

Uno dei punti chiave del decreto è la nuova definizione dell’elusione fiscale, quelle pratiche, al limite della legalità, usate per pagare meno tasse che hanno sollevato polemiche a distanza sull’abuso del diritto da parte del Fisco. Oggi, l’elusione smette di essere un reato, a meno che non si tratti di una frode fiscale diretta all’evasione. Il contribuente avrà più tempo per chiedere se, quanto messo in atto dall’amministrazione, sia o meno un abuso di diritto. In particolare, si può fare l’interpellanza anche dopo che il controllo è stato portato a termine, a patto che arrivi prima della scadenza per la dichiarazione o del pagamento delle imposte per cui si chiede il chiarimento. Le nuove tempistiche partiranno dal giorno successivo all’entrata in vigore: per gli accertamenti in corso, si potrà far richiesta solo se non è già arrivato un atto impositivo.

2 di 6

Pagina iniziale

2 di 6

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.