Expo 2015 Milano, Padiglione Italia: scelte le opere d’arte che rappresenteranno il Belpaese

Expo 2015 Milano, Padiglione Italia: scelte le opere d'arte che rappresenteranno il Belpaese

Expo 2015 Milano: al Padiglione Italia saranno in mostra, durante tutta l'Esposizione Universale, alcune opere d'arte che racconteranno la storia e la cultura del Belpaese.

1 di 7

1 di 7

expo 2015 padiglione italia

Expo 2015 Milano, Padiglione Italia: sono state presentate ieri, 21 aprile, le opere d’arte che rappresenteranno il Belpaese e che rimarranno esposte per tutta la durata dell’Esposizione Universale. Le opere, in linea con le tematiche della manifestazione, sono state selezionate dal commissario generale di Padiglione Italia, Diana Bracco, e saranno funzionali al percorso multisensoriale sull’identità italiana proposto dal direttore artistico del Padiglione, Marco Balich. L’iniziativa vuole sottolineare la bellezza, le capacità e l’innovazione dell’Italia che sarà così rappresentata da ‘capolavori straordinari che racconteranno al visitatore il senso del Paese, dell’arte e della cultura‘, ha spiegato Ilaria Borletti Buitoni, sottosegretario del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Il messaggio, del resto, è quello di cui si fa portavoce Expo 2015, e cioè far conoscere l’unicità dell’Italia rappresentata da ‘un patrimonio culturale che non ha uguali al mondo‘. I capolavori selezionati, provenienti da varie regioni italiane, confermano la volontà dell’iniziativa di rendere partecipe tutto il territorio nazionale, di cui si vuole mostrare ai visitatori la storia, la bellezza e la cultura. Nelle prossime pagine, le opere esposte al Padiglione Italia durante Expo 2015.

1 di 7

Pagina iniziale

1 di 7

Parole di Caterina Padula

Giornalista pubblicista, appassionata di scrittura, mi occupo da anni di approfondimenti culturali e di informazione online. Da sempre lettrice accanita e curiosa, amo la musica, l'arte e tutto ciò che è natura.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.