Urne elettorali

Elezioni 2018, i loghi dei partiti in corsa per il Parlamento

I simboli e i loghi scelti dai partiti politici in vista delle elezioni del 4 marzo, cosa ci troveremo sulla scheda per il voto del 2018 a partire dalle novità più discusse, dal nuovo logo di Forza Italia a quello 'petaloso' di Beatrice Lorenzin, passando per Liberi e Uguali di Pietro Grasso

1 di 11

1 di 11

Urne elettorali

La sfida elettorale che si attende in vista delle elezioni politiche del 4 marzo 2018 passa anche (e soprattutto) dai loghi, i simboli scelti dai partiti in corsa per il Parlamento. Con l’inizio della campagna elettorale e la discesa in campo di nuovi e vecchi soggetti, la scelta del simbolo diventa importante: si tratta pur sempre del biglietto da visita con cui ci si presenta agli elettori durante i mesi precedenti il voto e dentro il segreto della cabina elettorale, quando i loghi sulla scheda saranno gli assoluti protagonisti. La scelta del logo da presentare alle elezioni è importante: un simbolo ben fatto deve invogliare, essere chiaro, rappresentare lo spirito e il tema cardine della lista o del partito. È per questo che anche i partiti storici dedicano molta attenzione al logo da usare per i momenti elettorali, specie se si tratta di elezioni politiche. Anche questa volta ci sono state molte novità che hanno fatto discutere: eccole.

1 di 11

Pagina iniziale

1 di 11

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.