Gente strana e cose bizzarre che puoi vedere nella Metro

Gente strana e personaggi stravaganti vanno e vengono ogni giorno da questo mondo sotterraneo tutto da scoprire. Ecco gli indiscussi protagonisti delle Tube.

Pubblicato da Kati Irrente Giovedì 5 novembre 2015

Party in metro

Ti è mai capitato di assistere a cose bizzarre mentre eri a bordo della metro? Gente strana e personaggi stravaganti vanno e vengono ogni giorno da questo mondo sotterraneo tutto da scoprire, e si mescolano ogni giorno alle tantissime persone che prendono quotidianamente la metropolitana per spostarsi da un luogo all’altro della propria città. Chi viaggia tante ore al giorno in questo modo può testimoniare che è possibile incontrare gente stranissima e assistere a cose bizzarre – quando non addirittura folli – nei vagoni della metro. Per avere un’idea di quello che succede nel mondo, abbiamo raccolto di seguito alcuni dei personaggi più bizzarri di tutti in assoluto che si possono trovare nelle metropolitane del Globo.

Quello che ti fissa

Quello che ti guarda fisso

Ma cosa avrà mai da guardare?Quello che ti fissa per tutto il tempo del viaggio è uno dei personaggi immancabili presente nei mezzi pubblici.

Il predicatore

Predicatore in metro

Il predicatore fa la sua apparizione per terrorizzare i viaggiatori in nome di dio, con i suoi anatemi e predizioni catastrofiche sul futuro. E’ immancabile nelle metro.

Quelli che limonano duro

Baci in metro

L’adolescenza è un’età particolare, difficile e magica allo stesso tempo. Quando l’amore arriva è tutta una scoperta. Non ci meravigliamo quindi che la metro sia uno dei luoghi preferiti dei giovani per scambiarsi calde effusioni. I tizi che limonano duro non possono mancare in una tube che si rispetti.

Quelli che ascoltano musica in cuffia a volume bestiale

Quello che ascolta la musica a volume alto

Sono tanti i giovani che si sfondano le orecchie con la musica altissima in cuffia. A volte in metro disturbano così tanto che nessuno vuole sedercisi vicino!

Quelli che occupano un posto a sedere con le loro borse

Bagaglio sul seggiolino 150x150

Qualcuno dovrebbe ricordare a quelli che occupano un posto a sedere con le loro borse, che i seggiolini sono riservati alle persone.

Il tossico/ubriacone che sbraita/vaneggia

Ubriaco in metro

Ogni metro ha il suo ubriacone affezionato che vaneggia un po’ prima di crollare in un sonno profondo per la sbornia.

Quello che dorme

Quello che dorme

E’ risaputo che i seggiolini dei vagoni della metropolitana sono comodissimi, e quindi c’è chi e approfitta per schiacciare un pisolino con tanto di mascherina per gli occhi.

Quello che porta a spasso il pappagallo

Quello che porta in giro il pappagallo

I veri amanti degli animali portano i loro beniamini a fare un giro anche in metro.

Quello che guarda un film a luci rosse

Film a luci rosse in metro

Un attimo di intimità si può ricavare anche in un posto affollato come il vagone di una metropolitana. Lo dimostrano quei passeggeri che non hanno alcun problema a guardare un film a luci rosse sullo smartphone, comodamente seduti.

La neomamma che entra col passeggino

Passeggino in metro

Immancabile in ogni degna metro è la neomamma che entra col suo ingombrante passeggino in pieno orario di punta.

Quella che telefona e parla a voce altissima

Quella che parla al telefono

Le persone spesso parlano al telefono urlando. Anche quando si trovano in metro.

La lettrice di Harmony in cerca di flirt

Ragazza che legge un libro in metro

Quella che ha fra le mani un libro Harmony e lo esibisce per dire “sono disponibile”.

Quello che suona uno strumento per chiedere soldi

Uomo che suona chitarra in metro

Non sono esclusiva delle metro, perché quelli che suonano uno strumento musicale per chiedere soldi salgono anche su bus e tram, però anche loro fanno parte della bizzarra umanità che si trova a bordo dei mezzi pubblici.

Quella che prepara il soffritto

Quella che taglia la cipolla

La tizia che prepara il soffritto tagliando la cipolla è stata un’attrazione della metro di New York per qualche tempo. La sua era una specie di installazione artistica ma i passeggeri non hanno molto gradito la sua performance.