Cuba-Usa, Obama sbarca sull’Isla Grande

Cuba-Usa, Obama sbarca sull'Isla Grande

Nuovo capitolo che segna la storia dei due Paesi

1 di 6

1 di 6

Insieme alla moglie Michelle, Barack Obama è a Cuba il 21 e 22 marzo. Si tratta di un evento storico dato che era dal 1928 che un presidente degli Stati Uniti non si recava nell’arcipelago dei Caraibi, che dagli anni ’60 ha dovuto sottostare all’embargo commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti d’America per punire la rivoluzione castrista. Già lo scorso 17 dicembre 2014, il presidente statunitense Barack Obama aveva detto a chiare lettere di voler concludere quell’esperienza. E Castro annunciò lo storico accordo per iniziare il processo di ripresa delle relazioni diplomatiche. Poi venne il momento dell’incontro ravvicinato tra i due leader, avvenuto lo scorso 11 aprile 2015 al VII Summit delle Americhe in corso a Panama, dove il presidente degli Stati Uniti Barack Obama e quello di Cuba Raul Castro si sono salutati e stretti la mano segnando un nuovo capitolo nella storia politica mondiale. Grazie ai recenti negoziati sono state già aperte le rispettive ambasciate a Washington e L’Avana e sono stati ripristinati i voli commerciali tra i due Paesi. Ripercorriamo nelle pagine seguenti i recenti sviluppi politici tra Cuba e Usa, e come sono cambiate le cose negli ultimi anni, anche dopo la visita di papa Francesco a L’Avana del 13 febbraio 2016.

1 di 6

Pagina iniziale

1 di 6

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.