Muore schiacciato da un bus a Gazzaniga: Luigi aveva 14 anni

Nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi, per il giovane non c'è stato nulla da fare

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 25 settembre 2018

Muore schiacciato da un bus a Gazzaniga Luigi aveva 14 anni

Drammatico incidente a Gazzaniga, in provincia di Bergamo, lunedì 24 settembre: intorno alle 13, Luigi Stefano Zanoletti, studente al primo anno del ‘Val Seriana’, è stato tragicamente schiacciato da un bus. Si trovava alla stazione, che a quell’ora era affollata, proprio per l’uscita dei ragazzi dalle scuole. Immediato l’intervento dei soccorsi: due elicotteri del 118 di Brescia e Bergamo e due ambulanze della Croce Verde di Colzate e della Croce rossa di Alzano. Presenti anche i Vigili del Fuoco di Clusone, Gazzaniga e Bergamo, i Carabinieri di Fiorano e la Polizia Unione insieme sul Serio. Purtroppo per Luigi non c’è stato nulla da fare, ogni tentativo per salvarlo è stato inutile.

Secondo una prima ricostruzione della dinamica dell’incidente, un bus diretto ad Ardesio si trovava fermo sotto alla pensilina: gli studenti stavano salendo sul pullman per rientrare a casa. Intorno alle 13.00 è arrivato un bus proveniente Gazzaniga che ha urtato quello parcheggiato. Nello scontro sono rimasti travolti tre ragazzini di età compresa tra i 14 e i 16 anni. Luigi, residente a Marinoni, piccola frazione di Ardesio, non ce l’ha fatta.

Muore schiacciato da un bus a San Martino di Lupari: Martin aveva 8 anni

Tragico incidente stradale a San Martino di Lupari: giovedì 20 settembre, poco dopo mezzogiorno un bambino di 8 anni, in sella alla sua bicicletta è stato investito da uno scuolabus. Il piccolo è morto sul colpo davanti alla madre, che per il forte trauma ha avuto un malore ed è stata ricoverata d’urgenza in ospedale, in stato di shock.

Secondo le ricostruzioni della dinamica dell’incidente, il piccolo Martin Fior ha perso l’equilibrio mentre era in sella alla sua bicicletta ed è stato travolto dal pullman. Nonostante stesse indossando il caschetto, non è stato sufficiente per salvargli la vita. La madre, Luong Thi Oanh, di origini vietnamite, che era con lui, ha assistito a tutta scena senza poter far nulla per salvare il suo piccolo. Il bambino è morto sul colpo nonostante il tempestivo intervento dell’elisoccorso.

Il mezzo è stato posto sotto sequestro.

16enne schiacciato da un bus ad Amalfi: è uscito dal coma

Un 16enne è stato schiacciato contro una ringhiera di ferro da un bus turistico, in via Comite ad Amalfi: è successo l’11 luglio scorso. Secondo la ricostruzione dei fatti, il pullman in fase di manovra si è allargato troppo investendo il giovane che stava semplicemente camminando sulla corsia riservata ai pedoni. Il ragazzo in gravissime condizioni, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Castiglione di Ravello, poi è stato trasferito in eliambulanza al Ruggi di Salerno, dove è stato sottoposto a un delicato intervento per ricomporre la frattura del bacino. Dopo 5 ore di sala operatoria, è stato trasferito presso il reparto di rianimazione, dove è rimasto in coma sino al 27 agosto.