Smart working, come funziona il lavoro agile

Cos'è lo smart working, la rivoluzione che può cambiare l'Italia

Il futuro dell'economia sta nel lavoro agile: cos'è lo smart working, cosa si intende e quali sono i pregi di questo metodo di lavoro sempre più utile per migliorare la vita dei lavoratori e l'efficienza delle imprese, anche in tempi di coronavirus

1 di 10

1 di 10

Smart working, come funziona il lavoro agile

Foto Shutterstock | Kite_rin

La società italiana cambia e il mondo produttivo si evolve di conseguenza. Anche in Italia lo smart work o smart working, il cosiddetto lavoro agile, sta crescendo e la politica ha cercato di dargli un nuovo volto legislativo, inserendolo nelle categorie lavorative. Molte nazioni del Nord Europa lo praticano da tempo, mentre in Italia è ancora agli inizi. E se è vero che la rivoluzione del mercato del lavoro in Italia ancora non è arrivata, soprattutto dopo la diffusione del Coronavirus anche nel nostro Paese è sempre più utile sapere cos’è lo smart working, chi lo può richiedere, quali sono i diritti (e i doveri) per i dipendenti e le aziende. E quali sono i benefici per entrambi. Lo smart Working nelle zone d’Italia colpite dall’epidemia è infatti diventata la misura adottata da tante aziende per cercare di ridurre al minimo le possibilità di contagio dal virus. Vediamo nelle schede seguenti tutto quello che c’è da sapere sullo smart working, perché è utile ad aziende e dipendenti, i benefici per l’ambiente e cosa dice la nuova normativa.

1 di 10

Pagina iniziale

1 di 10

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.