Contratti di lavoro precari: quali sono e perché Renzi vuole abolirli?

Contratti di lavoro precari: quali sono e perché Renzi vuole abolirli?

Il premier punta sulla cancellazione dei contratti che hanno favorito il precariato in Italia.

1 di 10

1 di 10

Contratti di lavoro precario

Quali sono i contratti di lavoro precari che il governo Renzi vuole abolire? Cosa si intende realmente per lavoro precario? Esistono vari contratti di lavoro flessibile che sono contenuti nella normativa attuale: molti ricorderanno i co.co.pro, i contratti si solidarietà, i contratti di somministrazione, i contratti ripartiti, le (finte) partite Iva, ecc. Ci sono poi tirocini, stage, contratti di inserimento, apprendistato… Vediamo in cosa differiscono tutti questi rapporti di lavoro, che hanno in comune, però, una caratteristica fondamentale, ovvero l’accettazione di una completa flessibilità da parte del lavoratore.

Agli inizi degli anni ’90 anche in Italia comincia a farsi sentire il bisogno di flessibilità nei rapporti di lavoro. O meglio, si è cominciato a martellare la società sul tema della flessibilità con lo scopo di far percepire il lavoro flessibile come una necessità del nuovo mercato del lavoro globalizzato.

A rendere tutto operativo ci pensa poi la legge 30 del 2003, comunemente detta Legge Biagi, che introduce ben 47 tipologie di contratti flessibili, relegando il lavoratore medio ad essere un precario a vita.

Gli uffici di collocamento chiudono e nascono le agenzie per il lavoro interinale, che di fatto fanno da tramite tra la domanda dei disoccupati (dilagante in Italia) e l’offerta dei datori di lavoro. La tipologia di rapporto di lavoro somministrata ha sempre durata temporanea. Con l’introduzione della Legge Biagi il lavoro interinale venne abrogato e sostituito dalla nuova figura della somministrazione di lavoro. Vediamola nel dettaglio, insieme agli altri principali contratti di lavoro precari.

1 di 10

Pagina iniziale

1 di 10

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.