Come rubano l’energia elettrica?

Come rubano l'energia elettrica?

Come rubano l’energia elettrica? Esistono diversi metodi messi in atto dai malintenzionati: la manomissione del contatore e dei cavi e la truffa dei magneti.

1 di 3

1 di 3

come rubano energia elettricaCome rubano l’energia elettrica? I furti possono riguardare anche questo argomento. In effetti, magari non è un tema di cui si parla molto, eppure rappresenta un vero e proprio furto da non sottovalutare. Non dobbiamo dimenticare d’altronde che l’energia elettrica è un bene che ci viene fornito dietro il pagamento di un servizio, ma alcuni possono ricorrere a degli espedienti, per appropriarsi indebitamente di qualcosa che non può essere fornito a livello gratuito. Nell’ambito della cronaca nazionale ricorrono spesso dei casi di furto di energia elettrica, per il quale sono previste delle pene consistenti, che possono arrivare anche all’arresto. Ma quali sono le strategie che vengono più utilizzate per mettere in atto truffe di questo genere ai danni delle società che si occupano di forniture di servizi elettrici? I sistemi vanno da quelli più tradizionali a quelli più “innovativi”. Intorno a queste strategie esiste l’organizzazione di metodi ben specifici, che hanno come obiettivo ultimo quello di appropriarsi dell’energia elettrica senza pagare.

1 di 3

Pagina iniziale

1 di 3

Parole di Giorgio Rini

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.