Certificazione unica 2015: le 5 trappole a cui fare attenzione

Certificazione unica 2015: le 5 trappole a cui fare attenzione

Arriva la Certificazione unica per dipendenti, autonomi e pensionati. Dai crediti per le imposte versate agli assegni di mantenimento, tutte le novità per i contribuenti.

3 di 6

3 di 6

I redditi per contratti di lavoro

contratto

Nella certificazione unica i pensionati e i dipendenti ritroveranno i redditi percepiti e altre numerose informazioni, molto utili per il 730. Le certificazioni, poi inviate all’Agenzia dell’Entrate, saranno poi utilizzate dalla stessa per redigere il nuovo documento precompilato. L’attenzione dovrà essere massima. I contribuenti nella Certificazione Unica dovranno verificare l’ammontare complessivo dei redditi di lavoro dipendente corrisposti nel 2014, percepiti sotto tassazione ordinaria o tassazione separata, oppure assoggettati ad una ritenuta a titolo d’imposta o ad imposta sostitutiva. Ci saranno importanti novità per i contratti: da specificare la tipologia del contratto di lavoro ed il periodo di inizio e fine del rapporto stesso.

3 di 6

Pagina iniziale

3 di 6

Parole di Danilo Capone

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.