Carne cancerogena? È allarme per l’industria del settore

Carne cancerogena? È allarme per l'industria del settore

L'allarme dell'Oms sulle carni rosse potenzialmente cancerogene rischia di affossare il settore produttivo italiano, tra produzioni di qualità ed eccellenze del made in Italy.

1 di 5

1 di 5

macelleria1

Lo studio dell’International Agency for Research on Cancer (Iarc) dell’Oms sulle carni rosse cancerogene rischia di provocare danni a livello economico. Il settore della lavorazione delle carni in Italia dà lavoro a 180mila addetti per un totale di 32 miliardi annui di fatturato. Numeri importanti, che hanno un peso notevole sull’intero settore agroalimentare e che rappresentano alcune delle eccellenze del made in Italy, a partire dagli insaccati, punta di diamante dell’esportazione. Il settore ha già attraversato momenti difficili negli ultimi anni, a seguito di allarmi simili: i dati dell’Iarc potrebbero portare a una riduzione drastica del consumo di carne rossa anche nel nostro Paese? In attesa di vedere quale sarà la reazione dei consumatori, cerchiamo di capire l’impatto economico che potrebbe avere.

1 di 5

Pagina iniziale

1 di 5

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.