Berlusconi e la Lega Nord: storia di una tormentata alleanza

Berlusconi e la Lega Nord: storia di una tormentata alleanza

Silvio Berlusconi potrebbe ritentare un riavvicinamento con la Lega. L’alleanza fra i due partiti ha caratterizzato per buona parte le vicende politiche del Paese, fra avvicinamenti e separazioni.

1 di 5

1 di 5

Silvio Berlusconi è pronto a riformare la storica alleanza con la Lega Nord di Matteo Salvini per ricostruire il centrodestra dopo le ultime batoste elettorali di Forza Italia. Il piano dell’ex premier è chiaro da tempo. Le prime avvisaglie si erano avute con la sconfitta alle elezioni comunali dello scorso giugno: a salvare il partito è stata l’unione con la Lega che ha permesso la vittoria a Padova, con Massimo Bitonci che ha strappato il capoluogo veneto al PD dopo 10 anni. Dove Forza Italia si era presentata da sola ha perso, anche con gli uomini di punta come Alessandro Cattaneo a Pavia, salito tra i dirigenti nazionali di Forza Italia, che ha perso il ballottaggio. Le elezioni Regionali di novembre hanno confermato il dato politico: Forza Italia da sola perde voti e consensi, il Carroccio, da solo, li guadagna, arrivando a doppiare il partito di Berlusconi. In tutto questo, il centrosinistra continua a segnare punti a suo favore: per Berlusconi è ora di correre ai ripari.

1 di 5

Pagina iniziale

1 di 5

Parole di Giorgio Rini

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.