Banca Etruria

Banca Etruria, storie di risparmiatori truffati

Testimonianze drammatiche di risparmiatori truffati dalle Banche

2 di 11

2 di 11

I risparmi spariti di una ragazza down

Banca Etruria

Il 3 giugno 2013, una donna di 43 anni, casalinga, si recò in Banca Etruria a Grosseto con la sorella down: ”Questa sorella disabile è come mia figlia, l’ho cresciuta io, e i soldi che hai davanti sono gli unici che possiede. Serviranno per assicurarle un aiuto, una badante. Vuole investirli in modo sicuro, senza rischio di perderli”, aveva raccontato all’impiegata di Banca Etruria in via Gramsci, che la rassicurò. Ma ora che i titoli di investimento sottoscritti dalla ragazza down sono stati cancellati, ha perso i 30.000 euro che sarebbero dovuti servire a darle un’assistenza, soldi che aveva avuto in eredità da altri parenti. La signora ha subito chiesto spiegazioni, recandosi in filiale: ”Avevano cambiato il direttore due giorni prima. Non so come dirlo a mio babbo che è cardiopatico. Vorrei andarmene da questo paese, non ho più fiducia in nessuno”.

2 di 11

Pagina iniziale

2 di 11

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.