Attentato a Tunisi, tutti i dubbi sull’assalto al museo del Bardo

Attentato a Tunisi, tutti i dubbi sull'assalto al museo del Bardo

A pochi giorni dall'attentato al museo di Tunisi ci sono ancora molti punti oscuri nella vicenda, costata la vita a 23 persone, tra cui 4 italiani.

2 di 6

2 di 6

Il commando

tunisi2

Uno dei punti poco chiari è la composizione del commando che ha assalto il museo del Bardo. Al momento risultano nove gli arrestati, a cui si aggiungerebbero altre tre persone che, secondo il governo di Tunisi, avrebbero dato supporto logistico. Non sono però ancora chiari i legami e i collegamenti tra gli stessi membri del gruppo e con altre cellule terroristiche, in particolare con l’Isis. Secondo un comunicato emesso dal ministero degli Interni, i due membri del commando uccisi dai poliziotti nel blitz, avrebbero avuto delle cinture di esplosivo e armi avanzate e sarebbero stati addestrati in un campo jihadista in Libia. I dettagli rilasciati dalle fonti ufficiali non chiariscono però tutti i dubbi riguardo la rivendicazione dell’Isis: più probabile che i terroristi facessero parte del del gruppo jihadista Ansar al-sharia, attivo in Tunisia e legato al Daesh, piuttosto che uomini del califfo.

2 di 6

Pagina iniziale

2 di 6

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.