Attentato a Tunisi, tutti i dubbi sull’assalto al museo del Bardo

Attentato a Tunisi, tutti i dubbi sull'assalto al museo del Bardo

A pochi giorni dall'attentato al museo di Tunisi ci sono ancora molti punti oscuri nella vicenda, costata la vita a 23 persone, tra cui 4 italiani.

1 di 6

1 di 6

tunisi1

I dubbi sull’attentato al museo del Bardo di Tunisi continuano ad aumentare con il passare dei giorni. La rivendicazione dell’Isis è ancora tutta da dimostrare, la dinamica ha ancora lati oscuri e le stesse autorità locali non forniscono dettagli chiari. Il governo tunisino non ha infatti ancora confermato legami chiari degli attentatori con gruppi terroristici, nonostante i nove arresti portati avanti dalle forze dell’ordine. Al momento si conoscono i nomi di due componenti del commando uccisi durante il blitz: Yassine Laabidi, già noto alla Polizia, e Hathem Kachnaoui. Quest’ultimo potrebbe essere il tassello di collegamento tra quella che sembra una cellula dormiente dei jihadisti e l’autoproclamato califfato del terrore: l’uomo era scomparso da circa 3 mesi e aveva contattato i parenti con una scheda telefonica dall’Iraq.

1 di 6

Pagina iniziale

1 di 6

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.