Lilli e il vagabondo senza glutine

Arte senza glutine: dai quadri ai film, come sarebbero le opere senza grano e cereali

Il progetto di un blogger francese

1 di 12

1 di 12

Lilli e il vagabondo senza glutine
Come sarebbe il mondo dell’arte senza glutine, proteina che si trova soprattutto in grano e cereali? La risposta la fornisce Gluten Free Museum, che ha provato ad immaginare quadri e altre opere – come film o cartoni animati – senza glutine e derivati (come pasta e brioches). Gluten Free Museum non è un museo vero e proprio, ma il Tumblr di un blogger francese che propone opere d’arte ‘modificate’, senza gli alimenti che contengono glutine. Tra le altre troviamo Le Spigolatrici di Jean-Francois Millet, l’Estate di Giuseppe Arcimboldo, la Lattaia di Jan Vermeer, l’Estate di Giuseppe Arcimboldo, una scena di Pulp Fiction di Quentin Tarantino, il commissario dei Simpson e la celebre scena da Lilli e il vagabondo che vi proponiamo in apertura di questo multi pagina: molto romantica senza pasta, eh?

1 di 12

Pagina iniziale

1 di 12

Parole di Fulvia Leopardi

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.