Le nove scoperte più sorprendenti e particolari ritrovate sott’acqua

Le più sorprendenti e stupefacenti scoperte che sono state effettuate in mari, oceani, fiumi e specchi d'acqua in tutto il mondo; storie incredibili e davvero straordinarie

Pubblicato da Diego Barbera Martedì 4 settembre 2018

Scoperte sotto acquaPixabay

Quali sono state le scoperte più sorprendenti e stupefacenti che sono state effettuate in modo scientifico o completamente casuale sotto la superficie dell’acqua in oceani, fiumi, laghi e piccoli specchi? Abbiamo raccolto nove storie davvero curiose che lasciano aperti molti orizzonti dato che il 71% del nostro pianeta è sott’acqua e c’è ancora davvero tantissimo da esplorare. Pensate al classico stereotipo degli stivali pescati al posto dei pesci? Siete molto lontani, amici miei. Nelle prossime pagine, tutte le risposte.

Un cimitero di locomotive

Nel 1985, a poca distanza dalle coste del New Jersey, nell’Oceano Atlantico, furono ritrovate numerose locomotive affondate. Erano rare Planet Class 2-2-2 T che furono prodotte e poi quasi mai sfruttate in quanto superate tecnologicamente da modelli usciti poco dopo. Potevano viaggiare sul pelo d’acqua? Ma certamente no, burloni, erano imbarcate su un cargo che perse il proprio carico durante una brutta tempesta, verso la metà del XIX secolo.

Un carico di smeraldi

Nel 2010, tale Jay Miscovich trovò oltre 10000 smeraldi mentre esplorava i fondali non troppo profondi a largo di Key West in Florida. Da dove venivano? Chi era il proprietario? Come erano finiti lì? E, dunque, ora ne era entrato in possesso lui? Grande clamore mediatico e tanto di battaglia legale con il blocco di eventuali aste e affini. Fino al tragico epilogo del suicidio dello stesso Miscovich, sommerso dai debiti e la scoperta che tutto era stato organizzato da lui stesso per motivi non molto chiari.

Alessandria d’Egitto

Buona parte dell’antica città di Alessandria d’Egitto fu localizzata sotto il Mar Mediterraneo nel 1998. Non affondò, ma fu sommersa a causa di azioni concatenate di sismi e inondazioni visto che si trovava a livello 0 m s.l.d.m. Grazie alla conservazione quasi perfetta di templi, statue e oggetti, si scoprì che fosse molto più di stile egizio invece che ellenistico come si pensava studiando testimonianze sopraggiunte.

L’anomalia del Mar Baltico

Nel 2011, un cercatore di tesori sommersi svedese trovò a circa 75 metri di profondità quello che poteva sembrare diverse cose: una nave aliena, un sommergibile nazista mai visto prima, una mega salsiccia o ancora un edificio di una civiltà sottomarina estinta. Lungo 70 metri, presenta un colore grigio. Come al solito, quei noiosoni degli scienziati hanno spiegato l’origine: è una formazione rocciosa molto particolare. Buuu. Ma gli scopritori non ci stanno e hanno spiegato che non è una semplice roccia dato che presenta una sorta di interferenza ai dispositivi elettronici, come da loro sperimentato.

La nave più temibile dei pirati

Si chiamava in origine La Concorde e batteva bandiera francese, ma nel 1717 fu catturata dai pirati e rinominata Blackbeard, dunque opportunamente modificata e allestita di innumerevoli cannoni. Affondata nel 1718 dopo aver seminato il panico nei mari, fu ritrovata nel 1996 con tantissimi oggetti di grande interesse come appunto i cannoni, il cui più grande pesava una tonnellata e mezza ed era pure carico di palle da 3 kg circa pronte a essere sparate. Ora è tutto esposto al Museo Marittimo della Carolina del Nord.

Il primo “computer” della storia

Nel Mar Egeo in Grecia fu trovato sott’acqua e in buono stato di conservazione a inizio del secolo scorso il meccanismo di Antikythera, che molti soprannominano il primo computer dato che con un complesso sistema di ingranaggi poteva effettuare elaborati calcoli. Che venivano poi utilizzati per calcoli e previsioni astronomiche, come ad esempio per le eclissi di sole. Dovrebbe essere stato prodotto nel 205 prima di Cristo.

La città più antica del mondo.

Nel Golfo di Khambhat prima Cambay furono ritrovati i resti in buono stato di quella che potrebbe essere stata la più antica città formatasi nella storia dell’umanità, ben 9500 anni fa con tantissime sculture, mobili, anche resti umani e oggetti artistici.

La tomba dell’Apostolo Matteo

Potrebbe esserci anche la tomba di Matteo l’Apostolo di Gesù nei resti di oggetti, manufatti, abitazioni e statue ritrovate nel Lago Issyk-Kul in Kyrgystan e riferito a popolazioni lì stanziate a partire da oltre 2500 anni prima.

Il sesto fiume più lungo del mondo

Sì, sotto il Mar Nero c’è un fiume che scorre all’interno dello specchio d’acqua stesso, formando correnti e persino cascate. Grazie alla composizione assai salata, infatti, compone un flusso completamente a se stante, profondo anche fino a 40 metri e largo circa 800 metri, ma soprattutto così lungo che se fosse in superficie sarebbe il sesto più lungo al mondo. Il sale sopraggiunge dal Bosforo e dunque dal Mar Mediterraneo, molto più salato del Mar Nero.