Acqua su Marte: quali tecnologie hanno portato alla scoperta?

Acqua su Marte: quali tecnologie hanno portato alla scoperta?

Scoperta acqua su Marte in modo diverso rispetto a quello al quale eravamo abituati. Quali sono le tecnologie che hanno portato alla scoperta così straordinaria?

2 di 4

2 di 4


LA SCOPERTA

Marte acqua

Qual era il punto di partenza? Da numerose foto di Marte sembrava proprio che ci fossero tracce di ruscelli che sgorgavano da alcuni crateri, bagnando la sabbia mentre scendevano a valle. La definizione delle foto (ottima, ma non così esagerata per “vedere” entro gli appena cinque metri di larghezza di questi fenomeni) non consentiva di capirne di più, ma grazie allo strumento di bordo Crism che crea una sorta di “analisi chimica del suolo” fino all’innovativo metodo messo a punto da Lujendra Ojha, del Georgia Insitute of Technology di Atlanta ora abbiamo finalmente una risposta. Sì, è acqua per di più salata che però non scorre ma “sfiata” come se fosse un geyser che poi evapora all’istante lasciando, appunto, tracce di sale.

LA MARATONA DEL ROBOT OPPORTUNITY

2 di 4

Pagina iniziale

2 di 4

Parole di Diego Barbera

Diego Barbera è stato un redattore interno di Nanopress fino al 2018. Si è occupato di tecnologia, sport, cronaca.

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.