ateismo

5 motivi per essere atei (e pentirsene sul letto di morte)

Credere in Dio, o negli alieni, è una scelta personale

1 di 10

1 di 10

ateismo

L’essere atei sembra (a volte) la scelta più logica. Credere in una forza superiore che ha creato ogni cosa che possiamo vedere e toccare, sembra impossibile. Un po’ come credere alle fatine o ai trolls: una stupidaggine, insomma. Forse però questa difficoltà è dettata da “imposizioni” che ci perseguitano fin da bambini, come la messa domenicale o il catechismo. Ah, il catechismo…
Certo, è difficile credere in ciò che non si vede e non è tangibile. Salvo poi ritrovarci sul letto di morte a maledire il giorno in cui non siamo andati al ritiro spirituale o non abbiamo fatto quella preghiera che tanto ci aveva consigliato il frate. Vediamo di seguito quali sono i (cinque) motivi più comuni legati alla scelta dell’essere atei.

1 di 10

Pagina iniziale

1 di 10

Parole di Redazione

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.