1992: cosa c’è di vero nella serie tv di Sky su Tangentopoli?

1992: cosa c’è di vero nella serie tv di Sky su Tangentopoli?

La storia di Tangentopoli dal 1992 al 1994, gli anni che hanno cambiato l'Italia: i nomi e i fatti più importanti di un momento che ha rivoluzionato la politica italiana fino ai giorni nostri.

2 di 12

2 di 12


L’inizio: l’arresto di Mario Chiesa

Tangentopoli ha una data d’inizio precisa: è il 17 febbraio 1992 quando l’ingegnere Mario Chiesa, presidente del Pio Albergo Trivulzio, viene arrestato su richiesta del pm di Milano, Antonio Di Pietro. Chiesa, esponente di spicco del Partito Socialista che vuole candidarsi a sindaco di Milano, viene beccato mentre intasca una tangente da sette milioni di lire da parte di una piccola azienda di pulizie. L’imprenditore, Luca Magni, si è rivolto alle forze dell’ordine: quel giorno si reca all’appuntamento con i soldi, metà di quanto pattuito. Per un appalto da 140 milioni infatti, Chiesa chiede il 10% per sé: al momento dell’arresto, l’ingegnere tenta anche di buttare altri soldi nel water. L’episodio viene contestato anni dopo dallo stesso Chiesa, ma è sintomatico di quello che il suo arresto porta allo scoperto, quel sistema di corruzione che lega a doppia via la politica e il mondo imprenditoriale. Bettino Craxi, segretario del PSI, nega che la corruzione sia sistematica e definisce Chiesa “un mariuolo (ladro ndr) solitario“. Quando il presidente del Pio Albergo Trivulzio confessa l’esistenza del sistema di tangenti, si apre il vaso di Pandora.

2 di 12

Pagina iniziale

2 di 12

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.