Le rimonte impossibili della storia del calcio | Nanopress

Le rimonte impossibili della storia del calcio

Il calcio spesso regala emozioni incredibili, acuite dal fatto che si esauriscono spesso in una manciata di minuti: è il caso delle rimonte, che gettano nello sconforto i tifosi della squadra beffata, esaltando quelli di chi delle rimonte si rende protagonista. Rileggiamo insieme le 5 rimonte più clamorose della storia del calcio

Pubblicato da Redazione NanoPress Lunedì 13 aprile 2020

rimonte clamorose calcio
Foto Getty Images | Ashley Feder

Il calcio è uno degli sport più emozionanti al mondo, in particolar modo quando si parla di rimonte del risultato. Quella di rimontare il risultato infatti è un’arte che ha reso spettacolare il mondo del calcio italiano. Di seguito, la classifica delle cinque rimonte più famose e spettacolari viste nel mondo del calcio.

5. Inter-Sampdoria 3-2 2004/2005

Ad aprire la classifica delle più belle rimonte nella storia del calcio, c’è uno spettacolare Inter-Sampdoria della stagione 2004-2005. Allo stadio San Siro, gli ospiti passano in vantaggio grazie alla zampata vincente di Tonetto sugli sviluppi di un traversone; qualche minuto dopo è Kutuzov a trovare il raddoppio per i blucerchiati, battendo Toldo in solitaria. Con quel risultato, l’Inter di Mancini sarebbe fuori dalla Champions League, ma in appena sei minuti, succederà di tutto: prima il palo di Alvaro Recoba contribuirà a far credere che il sogno sia davvero svanito, poi Oba-Oba Martins firmerà il goal dell’uno a due. Da lì, in soli cinque minuti arriveranno anche le reti di Vieri per il momentaneo pareggio, e di Alvaro Recoba poi, a completare una rimonta sensazionale.

4. Inter-Milan 2-3 2003/2004

Il “derby della madonnina” ha sempre regalato emozioni stupefacenti. Una delle più belle degli ultimi anni riguarda senza dubbio la partita della stagione 2003-2004: i nerazzurri passano in vantaggio con un rocambolesco goal di Dejan Stankovic, poi troverà il raddoppio grazie a una deviazione su di un tiro di Cristiano Zanetti. La vittoria sembrerebbe ormai in cassaforte, ma il Milan inizia una spettacolare e storica rimonta: all’undicesimo del secondo tempo Tomasson riapre i giochi, poi Kakà trova il momentaneo pareggio. A completare l’opera è la rete finale di Clarence Seedorf, a cinque minuti dalla fine.

3. Bayern Monaco-Juventus 4-2 2015/2016 (dopo i tempi supplementari)

Nella stagione 2015-2016, gli ottavi di finale di Champions League ci regalarono una rimonta da cineteca. Dopo aver pareggiato due a due nella gara di andata giocatasi a Torino, i bianconeri nella gara di ritorno mettono le cose in discesa grazie alla rete di Paul Pogba. La qualificazione passò al sicuro quando Cuadrado, dopo una finta stupenda, firma il goal del raddoppio. Ma quel Bayern Monaco non ha intenzione di arrendersi, soprattutto tra le mura amiche. I padroni di casa accorciano le distanze con la rete di Robert Lewandoski, poi trovano il pareggio grazie al colpo di testa di Muller, portando la partita ai supplementari. Nei trenta minuti di gioco aggiuntivi, arriva la rete di Thiago Alcantara prima, e di Coman poi.

2. Tottenham-Manchester City 3-4 2003/2004

Il secondo posto di questa classifica va a Totthenam-Manchester City, replay della partita di FA Cup terminata con il risultato di uno a uno. Il Totthenam si porta in vantaggio grazie alla rete di King al secondo minuto di gioco, poi raddoppiano e addirittura trovano il colpo del K.O. grazie a Keane e Ziege. Il Manchester City però non ci sta a perdere senza combattere, e segna il goal della bandiera con Disint, al 48°. Bosvelt riaprirà poi i giochi, e a venti minuti dalla fine, Wright-Phillips e Macken consegneranno alla storia una partita unica.

1. Milan-Liverpool 5-6 Finale Champions 2004/2005 (dopo i calci di rigore)

La finale di Champions League della stagione 2004-2005 non è una delle tante finali della storia della competizione. Quella che ha visto scontrarsi Milan e Liverpool, è la finale. Vantaggio di Paolo Maldini per i rossoneri, doppietta di Crespo, e coppa che sembrerebbe già nelle mani dei rossoneri. Sembrerebbe, perché quel Liverpool entrerà nella storia passando dalla porta principale: prima Gerrard, e poi Smincer accorceranno le distanze, poi Xabi Alonso trova la disperata rimonta grazie a un calcio di rigore. I supplementari non basteranno a decretare un vincitore, e il Liverpool, grazie ai calci di rigore, alzerà al cielo la Coppa dopo una delle più belle finali di sempre.



Leggi anche: Clamorose rimonte delle squadre italiane in Coppa