Viene colpito da una pallonata, asportata la milza

E' accaduto ad un steward nella gara di campionato della scorsa domenica tra Torino ed Inter

da , il

    Viene colpito da una pallonata, asportata la milza

    Un fatto accidentale. Una pallonata. Ma una pallonata che è costata allo steward presente allo Stadio Olimpico di Torino, durante il match tra i granata e l’Inter, la rottura della milza. Marco Rapisarda 25 anni era di servizio durante il match valido per la 12.a giornata di ritorno del campionato di serie A quando un pallone scagliato violentemente oltre la traversa dal centrocampista nerazzurro Candreva lo ha centrato in pieno sulla schiena provocandogli la frattura della milza che è poi costata l’asportazione.

    Marco Rapisarda 25 anni era di servizio durante il match valido per la 12.a giornata di ritorno del campionato di serie A quando al minuto 23′ l’arbitro Tagliavento fischiava una punizione a favore dell’Inter. La distanza dalla porta era di circa 25 metri, e l’incaricato era Antonio Candreva. Destro potente, non certo preciso. Palla sopra la traversa e sfera che in velocità finisce sulla schiena dello steward. Della scena si accorgono anche i commentatori televisivi: “Ha centrato in pieno uno steward“. Marco Rapisarda è uno studente universitario che alterna lo studio al lavoro per aiutare la famiglia e mettere qualche soldo da parte. È stato reclutato da GiGroup, l’azienda che gestisce il personale degli steward per le partite del Torino.

    La diagnosi dopo la pallonata

    Il referto medico parla di frattura della milza di cui si rende necessaria l’asportazione. Una diagnosi tempestiva e un intervento d’urgenza hanno evitato un’emorragia interna. L’operazione è terminata con successo ed ora Marco passerà qualche giorno in ospedale per verificare lo stabilizzarsi delle sue condizioni, poi le dimissioni. Senza la milza si può vivere senza particolari patemi anche se la scocciatura sarà davvero tanta. Intanto, certamente gli ha fatto molto piacere la visita di alcuni calciatori del Torino FC, che sono andati a trovarlo in ospedale regalandogli una maglia granata.