Davide Astori è morto: il capitano della Fiorentina deceduto in albergo

Calcio sotto shock dopo la notizia della morte di Davide Astori, capitano della Fiorentina, colto da un malore durante la notte in albergo a Udine, dove era con la squadra in vista della sfida di campionato. Il giocatore aveva 31 anni: lascia moglie e una bimba di 2 anni. Rinviata tutta la giornata di serie A

Pubblicato da Lorena Cacace Domenica 4 marzo 2018

Davide Astori è morto: il capitano della Fiorentina deceduto in albergo
Ansa

Calcio sotto shock per la notizia della morte di Davide Astori, 31 anni, capitano della Fiorentina e giocatore della nazionale. A darne conferma è la stessa società viola con un breve comunicato sul proprio sito. Il giocatore è stato trovato senza vita nella sua camera d’albergo a Udine, dove era con la squadra in vista dell’incontro con l’Udinese in programma domenica alle 15, intorno alle 4 del mattino: Astori sarebbe morto per un arresto cardiocircolatorio. Per il procuratore capo di Udine le cause sarebbero naturali: ‘È strano però in un giocatore sempre monitorato”. Tutta la formazione viola è sotto shock: Astori lascia una moglie e una figlia di 2 anni. La Lega ha decido di rinviare tutta la giornata di Serie A. Il numero uno del Coni Giovanni Malagò ha chiesto di non fare speculazioni o illazioni sulle cause della morte: “Allibito: servono controlli fisici più costanti”

La società si è accorta del decesso perché Astori era l’unico che mancava la domenica mattina a colazione, cosa strana per lui che era sempre il primo a scendere il giorno della partita. Salito in camera, lo staff lo ha trovato senza vita: il decesso era avvenuto da alcune ore, forse intorno alle 4 del mattino.

“La Fiorentina profondamente sconvolta si trova costretta a comunicare che è scomparso il suo capitano Davide Astori, colto da malore. Per la terribile e delicata situazione, e soprattutto per rispetto della sua famiglia si fa appello alla sensibilità degli addetti ai lavori”, si legge sul sito della Fiorentina.

astori morto fiorentina

Il decesso sarebbe dovuto a un malore nel sonno, forse un arresto cardiocircolatorio: indagini in corso. La Fiorentina era arrivata a Udine per la partita di campionato di serie A con l’Udinese, fissata alle 15 alla Dacia Arena, il sabato e tutta la squadra era alloggiata all’albergo Là di Moret.

https://twitter.com/SerieA_TIM/status/970267361767981056

È stata rinviata anche la partita Genoa-Cagliari: i giocatori non se la sono sentita di scendere in campo alla notizia della scomparsa del giocatore che aveva militato nella formazione sarda dal 2008 al 2014, diventandone un giocatore di punta.

Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ha dichiarato che la formazione blucerchiata non giocherà il match contro l’Atalanta e ha chiesto di rinviare tutte le partite, come poi deciso dalla Lega di Serie A.

Tanti i messaggi di cordoglio che stanno arrivando alla società e alla famiglia per la morte di Astori: tra questi anche quelli dell’ex premier Matteo Renzi, tifoso della Fiorentina.

Difensore centrale, era cresciuto nelle giovanili del Milan, passando al calcio professionistico nella Cremonese: dopo i tanti anni al Cagliari, aveva transitato un anno nella Roma prima di approdare alla Fiorentina di cui indossava la fascia da capitano: vantava anche 14 presenze in Nazionale. Da poco aveva rinnovato il contratto con i viola fino al 2022, diventandone ancor di più capitano e uomo simbolo.

Morte Astori, il pm: ‘Cause naturali ma è strano’

Sulla morte di Davide Astori è stata aperta un’inchiesta. il Procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo ha già dato una prima indicazione alla stampa parlando di cause naturali ma senza escludere nulla in attesa dell’autopsia che si terrà nei prossimi giorni. “L’idea è che il giocatore sia deceduto per un arresto cardiocircolatorio per cause naturali, ma è strano che succeda una cosa del genere a un professionista così monitorato senza segni premonitori”, ha dichiarato il pm.