Valentina Vezzali si ritira, l’azzurra lascia la scherma

Dopo 9 medaglie olimpiche e 16 ori Mondiali il 'Cobra' si ritira dall'attività agonistica a 42 anni

Pubblicato da Fabio Fagnani Martedì 26 aprile 2016

Valentina Vezzali si ritira, l’azzurra lascia la scherma

Valentina Vezzali, l’italiana più vincente di sempre, ha deciso di ritirarsi dal mondo dello sport e dalla scherma. Sarò solo “Vale”, dice. Dopo aver dato tutto per la scherma, dopo aver vinto 6 medaglie d’oro alle Olimpiadi, 16 ori ai Mondiali e 13 ori agli Europei, ha deciso di “togliere la maschera, appendere il fioretto al chiodo ed avviare un nuovo inizio”.

Nella scherma è sempre stata un fenomeno ma fuori dalle vesti sportive è semplicemente Vale. Lo ricorda a se stessa e ai propri sostenitori che per anni hanno fatto il tifo per lei e per le sue imprese. Un’altra grande azzurra nel mondo che con estrema lucidità sta scrivendo l’ultima pagina del suo meraviglioso “libro” da sportiva. “Nella scherma oltre il senso della misura è fondamentale una buona scelta di tempo”.

Nessuno potrà mai dire che Valentina Vezzali non fosse una guerriera, una lottatrice. Ha dato tutto e le vittorie, i trionfi e le medaglie sono innumerevoli. Alle Olimpiadi ha portato a casa 9 medaglie tra cui 6 ori, 1 argento e 2 bronzi, nei Mondiali ha vinto 25 medaglie di cui 16 d’oro, 5 d’argento e 4 di bronzo ed infine agli Europei ha conquistato 21 medaglie, 13 ori, 4 argenti e 4 bronzi.

Una vincente a tutto tondo capace di imprese meravigliose che hanno portato la scherma italiana a livelli incredibili. Veniva chiamata “Cobra” dalle colleghe. Grinta e aggressività, concentrazione ma anche ansia. L’amicizia è stata spesso sacrificata per prepararsi al meglio alle competizioni, alle gare. Era tutto ciò che contava: “La scherma è stata la mia vita, il fioretto mi accompagna da quando avevo poco più di sei anni ed insieme abbiamo condiviso emozioni, delusioni, medaglie, infortuni, lacrime di gioia e lacrime di rabbia”.