Il campione del ping pong senza braccia, con la racchetta tra i denti

La spettacolare storia di Ibrahim Hamato che ha imparato a giocare benissimo a ping pong addentando la racchetta visto che è senza braccia dopo un tremendo incidente, tutta la storia

Pubblicato da Diego Barbera Martedì 13 maggio 2014

Ibrahim Hamato è la dimostrazione che nulla è impossibile: questo giocatore professionista di ping pong – pardon, tennis tavolo – di nazionalità egiziana, non impugna la racchetta con la mano perché non ne ha nemmeno una e stesso dicasi per le braccia. Perché è senza braccia, così la addenta: mantenendola ben ferma in bocca può così colpire la pallina con grandissima precisione e forza, quasi come se fosse un colpo di polso. In questo filmato possiamo ammirarlo all’attenzione, durante lo ZEN-NOH 2014 World Team Table Tennis Championships di Tokyo in Giappone dei giorni scorsi, ospite d’onore del presidente della federazione internazionale tennis tavolo, ITTF, Adham Sharara. Ibrahim ha perso le braccia in un incidente quando aveva solamente 10 anni, ma non si è perso d’animo.

E così, come lui stesso ha rivelato davanti alle telecamere, prima ha provato a impugnare la racchetta con l’ascella, ma non era in grado di imprimere la giusta precisione e forza, così ha provato con i denti e ha scoperto il giusto mezzo. Alla domanda su cosa sia più importante nella propria vita ha affermato: “Sono due cose: la prima è mia moglie, è tutto per me. La seconda è il tennis tavolo“. Davvero una bella storia.

Ibrahim Hamato ping pong senza braccia