Tu sì que vales

Tu sì que vales: una tv che non si discosta dai (sicuri?) binari del già noto

Tu sì que vales: una tv che non si discosta dai (sicuri?) binari del già noto

Sabato sera ha preso il via Tu sì que vales su Canale 5. Di novità, tuttavia, ne porta ben poche. Il meccanismo, nella sostanza, è il medesimo di Italia's Got talent. Confermati il trio di giudici Maria De Filippi - Gerri Scotti - Rudi Zerbi e anche la conduzione di Belen Rodriguez affiancata però, questa volta, dal giovane Francesco Sole. Nuova la presenza del portavoce della giuria popolare, ruolo ricoperto nientepopodimeno che da Francesco Totti. Gli altri elementi che differenziano, in modo peraltro poco significativo, Tu si que vales da Italia’s Got Talent, non fanno altro che rendere la new entry di Canale 5 meno sofisticata e accattivante. Tu sì que vales ci parla di una televisione generalista che, di fronte alla perdita dei suoi cavalli di battaglia, anziché affrontare il rischio della novità, preferisce muoversi sui binari apparentemente sicuri del già noto.

Pagina 1 di 1