Diodato vincitore di Sanremo 2020, fra trash e cadute di stile

Conclusa la 70esima edizione del Festival di Sanremo: cinque serate dove non è sempre stata la musica a far parlare ma i look eccentrici dei cantanti in gara. Diodato? Vince Sanremo senza fare troppo rumore...

Pubblicato da Redazione NanoPress Domenica 9 febbraio 2020

Diodato vincitore di Sanremo 2020, fra trash e cadute di stile
Diodato con Fiorello e Amadeus | Foto Getty Images

Si è conclusa la 70esima edizione del Festival che ha visto Diodato vincitore di Sanremo 2020 con il brano “Fai rumore” scritto e composto dallo stesso Diodato con Edwyn Roberts. Una finale sopra le righe che poco è conforme con le passate edizioni, molto più classiche in fatto di outfit ed esibizioni.

Una serata epica quella della finale del Festival, che ha visto Diodato come vincitore di Sanremo 2020, terminata quando ormai mancano poche ore all’alba. Esibizioni discutibili sia da parte degli ospiti invitati sul palco dell’Ariston che da parte dei big in gara. I più discussi, di quelli che agitano i fan e fanno storcere il naso agli “anta”: Achille Lauro ed Elettra Lamborghini che hanno attirato l’attenzione di stampa e spettatori ma non per le loro doti canore, come ci si aspetterebbe dal Festival di Sanremo, ma per i loro abiti eccentrici che evidenziano delle esibizioni sopra le righe.

Achille Lauro ed Elettra vs la Musica

Lauro de Marinis, vero nome dell’artista, ha portato sul palco dell’Ariston la sua “Me ne frego” e ha ribadito il concetto espresso dal titolo con outfit discutibili che hanno suscitato,  alla stessa maniera e per tutta la durata del Festival, impeti di rabbia e venerazioni mistiche sui social network. Personaggio che vuole far discutere di sè fregandosene che non sia la sua musica a imporsi. È il caso di dirlo: o lo si ama o lo si odia, difficili le mezze misure. Stesso discorso per Elettra Lamborghini che sdoganando a Sanremo 2020 il twerking ha mostrato un lato di sè che solo coloro che l’avevano seguita nei reality ai quali ha partecipato in passato avevano (intra)visto, e anche in questo caso non si parla di musica o doti canore.

Sanremo 2020: Diodato vincitore con Fai rumore

Molto più mesto e con uno stile sobrio, alla Sanremo per intenderci, il vincitore della 70esima edizione. Il giovane Diodato vince Sanremo 2020 senza grossi colpi di scena o mostrando parti nude del proprio corpo. Ha giocato, caso strano, la carta della musica e si è imposto con essa… senza fare troppo rumore. Oltre a vincere il premio più ambito della kermesse: Diodato ha vinto anche il Premio della critica “Mia Martini” e il Premio della Sala Stampa Radio e Tv “Lucio Dalla”, un bel bottino per uno dei pochi ragazzi, della sua generazione, che riesce a trasmettere al pubblico quella magia che solo la musica può dare con quella semplicità che fa arrivare il messaggio dritto all’anima di chi lo ascolta. Ecco la canzone vincitrice del Festival di Sanremo 2020:

I premi assegnati della 70esima edizione:

  • Premio della critica “Mia Martini”: Diodato (Fai rumore)
  • Premio della Sala Stampa Radio e Tv “Lucio Dalla”: Diodato (Fai rumore)
  • Premio “Sergio Bardotti” – Miglior testo: Rancore (Eden)
  • Premio “Giancarlo Bigazzi” – Miglior composizione musicale: Tosca (Ho amato tutto)
  • Premio Tim Music: Francesco Gabbani (Viceversa)