Loredana Bertè: ‘Il quarto posto a Sanremo 2019 è un’ingiustizia’

Lo sfogo di Loredana Bertè: 'Il quarto posto a Sanremo 2019 è un'ingiustizia, trovo incredibile che non sia arrivata nemmeno sul podio. Ci tenevo a vincere anche per riscattare Mimì (Mia Martini)'. L'estrosa cantante ha annunciato che non sarà mai più in gara al Festival.

Pubblicato da Raffaele Dambra Lunedì 18 febbraio 2019

Loredana Bertè: ‘Il quarto posto a Sanremo 2019 è un’ingiustizia’
Loredana Bertè ringrazia il pubblico di Sanremo dopo la standing ovation / Ansa.

In tanti la davano sul podio, alcuni persino vincitrice, ma alla fine Loredana Bertè a Sanremo 2019 si è dovuta accontentare di un quarto posto che le ha lasciato molta amarezza, anche perché ci teneva a un grande risultato per commemorare sua sorella Mia Martini nel trentennale di ‘Almeno tu nell’universo’. Ricordiamo che Loredana nel computo delle votazioni era prima per la sala stampa e terza per il televoto, ma è stata penalizzata dalla giuria d’onore che l’ha relegata al sesto posto.

‘Nel Sanremo di Claudio Baglioni mi sono trovata bene’, ha spiegato Loredana Bertè al Corriere della Sera, ‘Anche Virginia Raffaele mi ha fatto capire che tifava per me. Però ne sono uscita con le ossa rotte e con un innegabile senso di ingiustizia, è incredibile che non sia arrivata nemmeno tra i primi tre’.

‘La giuria d’onore dovrebbe essere composta da addetti ai lavori’

‘Colpa’, come dicevamo, della bassa considerazione della giuria d’onore: ‘La questione del televoto e delle giurie è molto spigolosa, io e Ultimo ci siamo rimasti particolarmente male a causa della forte discrepanza fra il plauso del pubblico e il mancato risultato finale. Io non sono contro le giurie d’onore a prescindere, ma dovrebbe essere composta da addetti ai lavori: musicisti, manager, produttori, dj. E sarebbe bello che i voti fossero palesi’.

Nulla da dire, però, contro il vincitore: ‘Mahmood ha una voce molto particolare, il suo pezzo mi è piaciuto subito. Tiferò per lui all’Eurovision Song Contest’.

Leggi anche: Loredana Bertè: ‘Io e Mia Martini abbiamo patito la fame’

‘Vedere il pubblico dell’Ariston in piedi è il sogno di qualsiasi artista’

Loredana Bertè a Sanremo 2019 non ha vinto, non è nemmeno salita sul podio ma è stata l’unica a ricevere una standing ovation: ‘Credo che vedere il pubblico dell’Ariston in piedi sia il sogno di qualsiasi artista, e per me si sono alzati tre volte. È stata un’esperienza nuova per me, molto emozionante, mi hanno regalato persino dei veri cori da stadio!’

‘Non tornerò mai più a Sanremo come concorrente’

Il degno commiato per una cantante che ha fatto epoca: ‘È stata la mia ultima volta a Sanremo come concorrente, in futuro accetterò, forse, soltanto inviti per esibirmi come ospite. Quest’anno sono andata al Festival per chiudere un cerchio, e credo di aver ottenuto nella mia carriera più di quanto qualsiasi artista potrebbe chiedere’.

Leggi anche: Loredana Bertè su Mia Martini, ‘Vi racconto come la rovinarono’

‘Mimì mi manca disperatamente tutti i giorni della mia vita’

Infine un pensiero per l’amatissima sorella Mia Martini: ‘Speravo di vincere soprattutto per riscattare mia sorella Mimì: la ricordo nei nostri viaggi in autostop, nei tantissimi concerti che abbiamo visto insieme, nelle scorribande notturne in cerca di gloria. Mimì era una donna molto intelligente e sensibile. Era lei la vera ‘pazza’ tra noi due. Mi manca disperatamente, tutti i giorni della mia vita’

E manca tanto anche a noi.