Biagio Antonacci ricorda Mia Martini: ‘Chi mi disse di non lavorare con lei, la prese sui denti’

Biagio Antonacci ha rivolto un pensiero a Mia Martini durante la messa in onda del film di Rai 1 dedicato alla cantante. Allegando su Instagram uno scatto che li ritrae insieme ai tempi della loro collaborazione, Antonacci ha rimproverato anche tutti quei discografici che gli suggerirono di non lavorare con lei perchè portava sfiga.

Pubblicato da Luana Rosato Mercoledì 13 febbraio 2019

Biagio Antonacci ricorda Mia Martini: ‘Chi mi disse di non lavorare con lei, la prese sui denti’
Biagio Antonacci canta al Festival di Sanremo 2015 / Ansa.

Biagio Antonacci ha ricordato Mia Martini durante la messa in onda del film, Io sono Mia, trasmesso da Rai 1 e dedicato alla cantante scomparsa nel 1995.

Mia Martini, ritenuta una delle voci femminili più belle della musica italiana, negli anni della sua attività venne additata come ‘colei che portava sfortuna’. Questa nomea segnò la sua carriera e, durante il film Rai che ha celebrato l’artista, Biagio Antonacci l’ha ricordata parlando proprio di coloro che gli sconsigliarono di lavorare con lei perché ‘portava sfiga’. Su Instagram, il cantautore pubblica così una foto che lo ritrae insieme a Mia Martini e lancia una frecciata a quei discografici che oggi non lavorano nemmeno più.

Leggi anche: Biagio Antonacci si sposa? Il cantante smentisce: ‘Che invenzione malsana il gossip’

Biagio Antonacci e il ricordo di Mia Martini

‘Io e Mimì …’ – ha esordito Biagio Antonacci sui social allegando uno scatto che lo ritrae abbracciato alla cantante.

‘Mia Martini è stata una donna eccezionale nella mia vita’ – ha ricordato – ‘Lei venne a Rozzano nella casa di mia madre che ci fece da mangiare una ‘cofanata’ di pasta con il pesce’.

‘Poi io mi misi al piano e lì cantai ‘Il fiume dei profumi’ nello studiolo di casa dove dormivo anche’.

I ricordi di Biagio Antonacci proseguono e ritornano proprio al momento in cui decise di lavorare insieme a Mia Martini.

‘Lei si mise là, umilissima, e disse ‘Questa canzone la canto io’. Poi ascoltò ‘Liberatemi’ e mi disse che sarebbe stato un successo pazzesco. E infatti accadde’.

Biagio Antonacci accusa alcuni discografici

Tra i ricordi belli della sua collaborazione con Mia Martini, c’è anche un pensiero che lo riporta a coloro che gli suggerivano di allontanarsi dall’artista.

‘Ma non accadde solo questo’ – ha concluso Antonacci – ‘Certe persone che mi dissero allora di non lavorare con lei perché portava sfortuna (e furono tanti in quel periodo) alla fine la presero sui denti perché il disco vendette moltissimo alla faccia di quelli che oggi non fanno più nemmeno i discografici’.

View this post on Instagram

io e Mimì ……… Mia Martini è stata una donna eccezionale nella mia vita. Lei venne a Rozzano nella casa di mia madre che ci fece da mangiare una ‘cofanata’ di pasta con il pesce. Poi io mi misi al piano e lì cantai ‘Il fiume dei profumi’ nello studiolo di casa dove dormivo anche. Lei si mise là, umilissima, e disse ‘Questa canzone la canto io’. Poi ascoltò ‘Liberatemi’ e mi disse che sarebbe stato un successo pazzesco. E infatti accadde. Ma non accadde solo questo. Certe persone che mi dissero allora di non lavorare con lei perché portava sfortuna (e furono tanti in quel periodo) alla fine la presero sui denti perché il disco vendette moltissimo alla faccia di quelli che oggi non fanno più nemmeno i discografici. #miamartini #biagioantonacci #ilfiumedeiprofumi

A post shared by Biagio Antonacci (@biagioantonacci) on

Furono quelle dicerie, infatti, a distruggere definitivamente la carriera di Mia Martini che, ad oggi, viene osannata come una delle cantanti simbolo della nostra musica.

A lei è stato dedicato il film trasmesso su Rai 1 e interpretato da Serena Rossi che, proprio in merito all’artista, ha detto: ‘Se oggi siamo qui a ricordarla, a rimpiangerla, a chiederle scusa, allora chi ha vinto è lei’.