Ultimo, continua la polemica dopo Sanremo 2019: ‘Festival scelto dai giornalisti’

Prosegue la polemica di Ultimo dopo il suo secondo posto al Festival di Sanremo 2019. Il cantante ha puntato il dito contro i giornalisti e il regolamento della gara canora, sostenendo che sia inaccettabile che la decisione del pubblico da casa venga ribaltata dalla sala stampa e da otto persone della giuria d'onore che non c'entrano con la musica.

Pubblicato da Luana Rosato Lunedì 11 febbraio 2019

Ultimo, continua la polemica dopo Sanremo 2019: ‘Festival scelto dai giornalisti’
Ansa/Ultimo tra i finalisti della 69esima edizione del Festival di Sanremo.

Ultimo si è classificato secondo al Festival di Sanremo 2019 e, dopo la polemica iniziata con i giornalisti in conferenza stampa, il cantante ha continuato a scagliarsi contro la categoria tramite Instagram.

Scelto come vincitore di Sanremo 2019 dal pubblico da casa che lo ha votato tramite televoto, Ultimo si è visto strappare il primo posto da Mahmood, decretato trionfatore di questa edizione dalla giuria di esperti e dalla sala stampa. Durante la conferenza post finale del Festival, Ultimo si è scagliato contro i giornalisti che hanno criticato il modo in cui ha appellato Mahmood (al quale si è rivolto chiamandolo ‘ragazzo’) e, proprio a loro, il giovane ha risposto: ‘Voi giornalisti avete questa settimana per sentirvi importanti. E rompete il ca**o’.

Ultimo contro i giornalisti di Sanremo 2019

La protesta di Ultimo contro l’esito del Festival di Sanremo 2019 è andata avanti anche il giorno dopo la fine della kermesse musicale.

Il cantante, infatti, ha deciso di disertare la puntata di Domenica In dedicata alla gara e di tornare a casa.

Così, con una serie di Instagram story, ha replicato a tutte le accuse che gli sono state rivolte da alcuni giornalisti che hanno ritenuto il suo atteggiamento ‘spocchioso e pieno di boria’.

‘Faccio questo video perché stanno scrivendo un sacco di cattiverie, ca**ate…’ – ha esordito Ultimo sui social e, dopo aver ringraziato tutti coloro che lo hanno sostenuto, è passato all’attacco.

‘La mia incazzatura è molto semplice: com’è possibile che il Festival di Sanremo dia la possibilità di televotare da casa e di spendere dei soldi, poi si riesce ad arrivare ad un voto del 46,5%, un altro artista arriva al 14% e poi questa decisione viene ribaltata dal giudizio di giornalisti e da otto persone, la giuria d’onore, che con la musica c’entrano poco, anzi nulla’.

Ultimo attacca proprio quei giornalisti che in sala stampa alla proclamazione de Il Volo terzi classificati hanno urlato come se fossero allo stadio ‘mer**’ e che a lui si sono rivolti dandogli dello ‘stro*****o, deficiente e co*****e’.

Ultimo si scusa con il pubblico che ha votato

‘Mi viene da pensare che non è il Festival scelto dal popolo ma dai giornalisti’ – ha continuato Ultimo nel suo sfogo post Sanremo.

‘Allora non fate votare la gente, non fate spendere soldi alla gente per quattro serate, perché se poi un artista riesce ad avere più del triplo dei voti questa differenza non può essere ribaltata da otto persone della giuria d’onore e da 30 giornalisti’.

Amareggiato, Ultimo si è scusato con tutti coloro che lo hanno votato spendendo soldi senza, poi, raggiungere il risultato sperato.

‘Mi sento incolpa e vi chiedo scusa per l’impegno che non ha dato i suoi frutti. Detto questo non ne parlerò più, sono felice di come sta andando la canzone, siamo tutti felici e compatti’.