Sanremo 2019, Fabio Rovazzi saluta il papà: ‘L’ultima volta non ho fatto in tempo’

Fabio Rovazzi diverte e fa anche piangere. Il cantante, ospite della terza serata del Festival di Sanremo 2019, prima di salutare il pubblico dell'Ariston, che ha intrattenuto con le sue hit, ha rivolto un saluto al padre che non c'è più.

Pubblicato da Luana Rosato Venerdì 8 febbraio 2019

Sanremo 2019, Fabio Rovazzi saluta il papà: ‘L’ultima volta non ho fatto in tempo’
Fabio Rovazzi ospite della terza serata del Festival di Sanremo 2019.

La partecipazione di Fabio Rovazzi alla terza serata del Festival di Sanremo 2019 non è stata solo sorrisi e canzoni. Il cantante, prima di lasciare l’Ariston, ha commosso tutti salutando il papà scomparso.

Seguendo – forse – il consiglio di Pio e Amedeo, Claudio Baglioni ha invitato Fabio Rovazzi a Sanremo 2019 per ‘ringiovanirsi’. Il giovane è apparso sul palcoscenico del Festival insieme a Claudio Bisio annunciando ironicamente di essere stato chiamato per sostituire il direttore artistico. ‘Mi sto un po’ cagando addosso’ – ha detto Rovazzi, che ha invitato il pubblico a chiamarlo pure ‘distruttore artistico’.

Leggi anche: Fabio Rovazzi: ‘Ho lunghi periodi di vuoto e depressione’

Fabio Rovazzi diverte l’Ariston

Presentato da Claudio Bisio come il super ospite del Festival di Sanremo, il giovane artista ha scherzato: ‘Probabilmente tutti penseranno che questo è il momento più ignorante del Festival’.

Intonando alcuni dei suoi brani più celebri – Andiamo a comandare, Faccio quello che voglio – Fabio Rovazzi ha fatto ballare il pubblico dell’Ariston e divertito con delle gag organizzate con la complicità della madre, seduta in prima fila, del direttore d’orchestra e dei musicisti.

Alla presenza di Rovazzi a Sanremo si è ‘opposto’ Fausto Leali, entrato a gamba tesa sul palcoscenico e urlando ‘Questo Festival è truccato’, salvo poi ritornare insieme a Claudio Baglioni per continuare ad intonare ‘Faccio quello che voglio’.

Fabio Rovazzi, il saluto al papà

Messi da parte il divertimento e le risate, Fabio Rovazzi ha chiesto al direttore artistico di dire una cosa alla quale teneva molto.

‘Ora che siamo tornati nelle nostre vesti, vorrei dedicare due parole ad una persona che non vedo da un po’ di anni: caro papà, non so come contattarti, ma Sanremo ha uno share così alto che molto probabilmente arriva fino a lassù’.

‘Volevo dirti che, in parte, tutto questo è anche colpa tua e volevo salutarti visto che l’ultima volta non ho fatto in tempo!’ – ha concluso Rovazzi, che è riuscito con difficoltà a dire tutto quello che voleva.

Tra gli applausi del pubblico, poi, il cantante è fuggito dietro le quinte.