Vasco Rossi, il figlio Davide a processo. Il Kom: ‘È innocente’

'Mio figlio sono sicuro che non dovrà chiedere scusa: lui è innocente': queste le parole di Vasco Rossi in seguito al processo per lesioni e omissione di soccorso che dovrà affrontare il figlio Davide. Il 33enne, in seguito ad un incidente avvenuto nel settembre del 2016, si è presentato in tribunale nella giornata del 15 gennaio scorso.

Pubblicato da Luana Rosato Mercoledì 16 gennaio 2019

Vasco Rossi, il figlio Davide a processo. Il Kom: ‘È innocente’
Ansa/Vasco Rossi alla presentazione del tour 2018; Davide Rossi al concerto del padre a Roma.

Vasco Rossi si è espresso sul processo che il figlio Davide dovrà affrontare per l’accusa di lesioni e omissione di soccorso, e si è detto certo della sua innocenza.

I fatti in cui è stato coinvolto Davide Rossi, figlio maggiore di Vasco, risalgono al 2016 e solo ieri, 15 gennaio 2019, è iniziato il processo a carico del 33enne. A riguardo è intervenuto proprio il cantante che si è detto certo dell’innocenza del figlio e completamente fiducioso del fatto che la magistratura farà il suo giusto corso e renderà giustizia a Davide. ‘La verità non ha bisogno mai di scuse’ – ha detto Vasco Rossi ai giornalisti, citando il suo ultimo brano, La Verità, uscito mesi prima del tour che lo vedrà protagonista a Milano e Cagliari.

Leggi anche: Vasco Rossi tour 2019, i fan contro il caro-biglietti: ‘Prezzi assurdi’

Vasco Rossi difende il figlio Davide

‘E anche mio figlio sono sicuro che non dovrà chiedere scusa: lui è innocente, come dimostrerà nel processo. Ho completa fiducia nella magistratura’.

Queste le dichiarazioni di Vasco Rossi all’avvocato Carla Serra, legale di Davide, di cui il giudice non ha chiesto acquisizione considerandole le parole di un padre che crede alla versione del proprio figlio.

Certo che la magistratura farà il suo corso, dunque, il Kom si è mostrato vicino a Davide durante questo momento particolare della sua vita.

Il giovane dovrà ritornare in tribunale il prossimo 15 maggio poiché nell’udienza tenutasi il 15 gennaio accusa e difesa si sono limitati a chiedere al giudice l’ammissione delle testimonianze utili per ricostruire l’incidente che avvenne alla Balduina nel settembre del 2016.

Leggi anche: Vasco Rossi, il figlio Davide elogia il rocker: ‘È sempre stato presente’

Davide Rossi, cosa è accaduto nel 2016

Come sintetizzato dal Corriere della Sera, nella nottata del 16 settembre di tre anni fa, un Audi procedeva a velocità sostenuta su via Elio Donato non rispettando i limiti di velocità e oltrepassando lo stop.

La macchina sulla quale viaggiavano Davide Rossi, Virginie Marsan e Simone Spadano, quindi, è finita contro una Panda con a bordo due ragazze, Francesca Morelli e Rosella Nicoletti, rimaste ferite.

Secondo la procura a guidare l’auto era il figlio di Vasco Rossi che, però, scappò lasciando sul posto l’amico Spadano con l’intento di far ricadere le colpe su di lui.

La versione, confermata dalle ragazze ferite, è stata rigettata dai due imputati e la difesa di Davide Rossi ha presentato una denuncia per calunnia contro le due giovani.