J-Ax querela gli haters: ‘I loro soldi verranno versati alle ONG che detestano’

ASCOLTA L'ARTICOLO

Il rapper J-Ax querela gli haters salviniani: 'I loro soldi verranno versati alle ONG che tanto detestano, così trasformeremo il loro odio in opere socialmente utili'. L'annuncio dopo il botta e risposta su Twitter con il leader leghista Matteo Salvini.

Pubblicato da Raffaele Dambra Giovedì 3 gennaio 2019

J-Ax querela gli haters: ‘I loro soldi verranno versati alle ONG che detestano’
Un momento del concerto di J-Ax all'Atlantico Live di Roma nel 2015 / Ansa.

Dopo aver battibeccato con Salvini, J-Ax querela gli haters che nelle ultime ore hanno insozzato il suo profilo Twitter con insulti e minacce rivolte verso il rapper e soprattutto verso i suoi familiari più stretti. Sembra dunque destinato a salire il livello dello scontro tra J-Ax e i fan salviniani dopo lo scambio di tweet tra l’ex Articolo 31 e il Ministro dell’Interno, a seguito dell’intervista in cui l’artista si augurava, per il futuro di suo figlio, ‘un mondo senza Salvini’.

Come certamente avrete letto, il leader leghista ha replicato via Twitter all’intervista inviando a J-Ax un ironico ‘doppio bacione’, ricevendo poi la pungente contro-replica del rapper: ‘Grazie per i baci, ma preferirei che restituissi i 49 milioni di euro che la Lega ha rubato agli italiani. Bacini spalmati di crema al cioccolato…’.

Leggi anche: J-Ax, ‘Per mio figlio ho chiesto un mondo senza Matteo Salvini e senza guerre’

Il botta-e-risposta tra J-Ax e Salvini ha aizzato i peggiori istinti

Il problema è che questo botta-e-risposta tra J-Ax e Salvini, destinato inizialmente a finire in un nulla di fatto, ha aizzato i peggiori istinti di una ‘mandria’ di persone che si è riversata sul profilo del cantante per insultarlo e intimidirlo, estendendo le minacce anche alla moglie e al figlioletto di J-Ax.

J-Ax: ‘Tutti quelli che hanno minacciato me e la mia famiglia verranno querelati’

Cosa che l’artista non poteva assolutamente tollerare, e infatti J-Ax ha deciso di passare immediatamente alle vie legali per rispondere alla shitstorm ricevuta dai sostenitori del vicepremier. L’annuncio è arrivato via Twitter, con il cantante che ha aggiunto un nuovo post alla marea di tweet scatenati dalla risposta di ieri a Matteo Salvini:

‘Tutti quelli che hanno minacciato me e la mia famiglia verranno querelati. Quando perderanno le cause i loro soldi verranno versati alle ONG che tanto detestano. Così trasformeremo il loro odio in opere socialmente utili e potremo dire che i fan di Salvini finanziano le ONG’.

Leggi anche: J-Ax papà: è nato il figlio del rapper e di Elaina Coker

‘Vai zio, la legge del contrappasso è sempre la migliore’

Una presa di posizione che i seguaci di J-Ax hanno accolto con estremo entusiasmo, basta leggere i vari commenti: ‘La legge del contrappasso è sempre la migliore’, ‘Vai zio, castigali di brutto’, ‘Grande J-Ax fai bene. Colpire nel portafoglio, sono sensibili solo lì’, ‘Fai bene a chiedere i soldi, così forse imparano la civiltà’, e tanti altri simili.

Vedremo nei prossimi mesi se la querela di J-Ax agli haters salviniani produrrà qualche effetto, in ogni caso plaudiamo sempre alle iniziative che cercano in qualche modo di limitare l’odio sui social. Perché se dal punto di vista politico ognuno è libero di pensarla come vuole, non ci pare che qualche legge abbia mai sdoganato la libertà di offendere o di minacciare.