Lino Banfi: ‘Dovevo fare il prete ma spiavo le suore e mi cacciarono dal seminario’

Intervistato durante il programma 'I Lunatici' su Radio 2, Lino Banfi ha parlato di un simpatico aneddoto del passato e raccontato di aver ricevuto un dono speciale da Babbo Natale

Pubblicato da Chiara Podano Giovedì 27 dicembre 2018

Lino Banfi: ‘Dovevo fare il prete ma spiavo le suore e mi cacciarono dal seminario’
ansa/Lino Banfi durante la trasmissione televisiva 'Che fuori tempo che fa'

Ospite del programma radiofonico ‘I Lunatici’ su Radio 2, Lino Banfi ha raccontato un episodio divertente e inedito della sua giovinezza. L’attore infatti avrebbe voluto fare il prete, ma è stato cacciato via dal seminario perché beccato a spiare le monache di clausura.

Lino Banfi ha parlato del Natale appena trascorso. L’attore ha passato le feste con la famiglia e ha festeggiato la sera della Vigilia con frutti di mare e tanto affetto. L’artista ha anche avuto un regalo speciale poco prima del 25, un dono che lo ha emozionato molto.

Lino Banfi: ‘Ho incontrato il Papa’

‘Babbo Natale? Il regalo me l’ha fatto e anche bellissimo. Lo scorso 19 dicembre ho avuto un’udienza privata col Papa. La mattina, prima dell’udienza generale. Sono andato a Santa Marta, il Papa è stato molto carino con me, gli ho dedicato una poesia. Il mio regalo l’ho già avuto’, ha raccontato l’attore ai microfoni de ‘I Lunatici’.

Lino Banfi dunque ha avuto in dono un’emozione grandissima. L’attore ha trascorso le feste circondato dagli affetti più cari e in famiglia non si sono lasciati sfuggire l’occasione di onorare le tradizioni natalizie anche a tavola.

Leggi anche: Lino Banfi: ‘Mia moglie Lucia si è ammalata ora che potremmo goderci la vita’

‘Noi festeggiamo la vigilia, ci abbuffiamo di frutti di mare, ogni tanto abbiamo crisi d’astinenza da cozze pelose. In casa nostra si festeggia il 24 sera, il 25 è quasi una giornata di relax, si fa un brodino per digerire l’abbuffata della serata precedente’.

L’attore non parla facilmente dell’infanzia e dell’adolescenza. Banfi ha infatti vissuto la Guerra che non gli ha mai dato occasione da bambino di festeggiare appieno il Natale.

‘Non avendo avuto infanzia e adolescenza, ho pochi ricordi di Natale. Parlo sempre poco dell’infanzia e dell’adolescenza perché non le ho avute. Nell’infanzia c’era la guerra, ero con i miei genitori in campagna per paura delle bombe’, ha confessato.

L’adolescenza è poi trascorsa lontana dai parenti, nel raccontare ciò, Banfi ha offerto agli ascoltatori de ‘I Lunatici’ un simpatico aneddoto. ‘Sono andato in seminario, sarei dovuto diventare prete. Ad un certo punto mi cacciarono via perché ero impertinente, mi arrampicavo sul cornicione per spiare le suore di clausura che alloggiavano nel convento vicino. Mi mandarono via’, ha ammesso l’attore.