Maurizio Costanzo: ‘Sfera Ebbasta corresponsabile della tragedia di Corinaldo’

ASCOLTA L'ARTICOLO

La tragedia di Corinaldo ha diviso l'opinione pubblica e, dopo la morte di sei persone, Sfera Ebbasta è stato accusato da molti di essere stato la causa di quanto successo. Maurizio Costanzo, a tal proposito, ha ritenuto il trapper 'corresponsabile' per due motivi ben precisi, ma ha sottolineato che la causa di tutto è da imputare ad altri.

Pubblicato da Luana Rosato Venerdì 21 dicembre 2018

Maurizio Costanzo: ‘Sfera Ebbasta corresponsabile della tragedia di Corinaldo’
ansa/Maurizio Costanzo durante il Maurizio Costanzo Show in onda mercoledì 31 ottobre su Canale 5, Roma, 29 ottobre 2018. ANSA/RICCARDO ANTIMIAN

Quanto accaduto nella discoteca di Corinaldo l’8 dicembre scorso, continua a far discutere e a dividere l’opinione pubblica. A riguardo è intervenuto anche Maurizio Costanzo, che ha detto la sua sui tragici fatti di quella sera.

Il giornalista ha imputato la causa di quanto accaduto ai gestori della discoteca, ma ha puntato il dito anche contro Sfera Ebbasta. Il motivo? Secondo Maurizio Costanzo, il trapper sarebbe ‘corresponsabile’ della tragedia per due motivi ben precisi che il conduttore di Canale 5 ha spiegato con lucidità e precisione. In tanti hanno condiviso il pensiero di Costanzo, mentre molti altri si sono schierati in difesa di Sfera Ebbasta che, dopo giornate di silenzio, è tornato sui social dicendosi distrutto per quanto avvenuto.

Leggi anche: Sfera Ebbasta dopo Corinaldo: ‘Tutto quello che è successo mi ha stravolto’

Maurizio Costanzo accusa Sfera Ebbasta

‘Sfera Ebbasta è, in parte, corresponsabile’ – ha dichiarato Maurizio Costanzo, proseguendo con la spiegazione di questo suo pensiero.

‘Primo, ha ritardato di ore l’arrivo a Corinaldo, fiaccando gli adolescenti presenti’ – ha scritto il conduttore – ‘Secondo, già in passato, durante i suoi concerti, lo spray al peperoncino aveva fatto la sua comparsa, segno che forse non aveva preso posizione.

Costanzo, tuttavia, ci ha tenuto a chiarire che, nonostante ritenga il trapper parzialmente responsabile di quanto avvenuto, tutto il suo disappunto va nei confronti dei gestori della discoteca di Corinaldo.

‘Dico che è parzialmente corresponsabile perché i veri responsabili, a mio avviso, sono organizzatori e proprietari del locale’ – ha concluso.

Leggi anche: Sfera Ebbasta: tatuaggio sul volto per ricordare le vittime di Corinaldo

Sfera Ebbasta, l’opinione pubblica si divide

Quanto successo nella provincia di Ancona lo scorso 8 dicembre ha diviso l’opinione pubblica: c’è chi ha accusato l’artista di quanto accaduto e chi, invece, ha visto nel trapper una vittima.

In tanti hanno appoggiato il pensiero di Maurizio Costanzo, mentre altri hanno addirittura additato Sfera Ebbasta per i suoi testi.

Nella tragedia di Corinaldo hanno perso la vita ben sei persone, di cui cinque minorenni, che attendevano l’esibizione del loro cantante preferito.

Di chi sia la colpa di tutto, forse, è chiaro…o forse ancora non lo è. Ma la domanda che ci si pone dopo tali eventi è: si può morire ad un concerto?!

Leggi anche: Federica Sciarelli vs Sfera Ebbasta: ‘Non è responsabile della tragedia ma dei messaggi che manda’