Patrizia Rossetti: ‘Ho preso a calci un molestatore’

Patrizia Rossetti ha rivelato di aver preso a calci un molestatore quando aveva 19 anni e non era ancora entrata nel mondo dello spettacolo. L'uomo era un amico del padre

Pubblicato da Chiara Podano Martedì 4 dicembre 2018

Patrizia Rossetti: ‘Ho preso a calci un molestatore’
ansa/ Patrizia Rossetti

Patrizia Rossetti, vincitrice di Pechino Express insieme a Maria Teresa Ruta, ha raccontato uno spiacevole episodio del suo passato. L’ex concorrente dello show di Rai 2 ha preso a calci un molestatore quando aveva 19 anni, l’uomo era un amico del padre. La Rossetti ha anche ricordato casi di molestie collegati al mondo dello spettacolo.

In un’intervista rilasciata a Libero, Patrizia Rossetti ha dato sfogo a una confessione riguardante la sua adolescenza. Dopo Maria Teresa Ruta che ha rivelato di essere stata molestata da un dirigente Rai, anche la compagna di viaggio ha ammesso di aver avuto delle avances poco gradite in passato.

Patrizia Rossetti: ‘Un amico di mio padre mi mise le mani addosso

‘Prima di fare tv, ho fatto la segretaria personale di un titolare toscano di import export, caro amico di mio padre. Avevo 19 anni e, quest’uomo di un metro e ottanta, mi mise le mani addosso’, ha ricordato Patrizia Rossetti.

La conduttrice si è saputa difendere bene. ‘Da buona toscanaccia, ho alzato il ginocchio, gli ho dato un colpo nelle palle e sono scappata a casa’.

Una volta raggiunto il papà, la Rossetti gli ha raccontato tutto e la reazione del genitore è stata inaspettata. ‘Sono andata sotto il negozio di mio padre che faceva il parrucchiere. Aveva un rasoio in mano, voleva partire e dargli una rasoiata nella gola. ‘No guarda, ho risolto io’, gli ho detto’, ha ammesso la vincitrice dell’ultima edizione di Pechino Express.

All’epoca la Rossetti non era ancora entrata nel mondo dello spettacolo. Una volta approdata nel patinato universo della tv, anche lì, non sono mancate le avance indesiderate.

‘Ci sono stati un paio di personaggi abbastanza forti che ci hanno provato’, ha dichiarato la conduttrice senza però sbilanciarsi e fare nomi.

‘Con uno ho fatto finta di non capire la domanda, ho fatto l’idiota. L’altro mi convoca nel suo ufficio e mi dice: ‘Ma io e te, perché non è mai successo niente?’. E io: ‘Perché, deve succedere qualcosa? Ma capisco le donne che non sanno reagire. È come un dolore. Non puoi giudicare. Dipende anche dal momento. Se mi fosse successo in un momento di fragilità, magari mi sarei comportata diversamente’, ha rivelato la Rossetti.

La vincitrice di Pechino Express ha però lanciato un monito anche in relazione a quanto avvenuto dopo l’esplosione dello scandalo molestie che ha travolto non solo gli Stati Uniti, ma anche l’Italia. ‘Una cosa è chiara: i provini non si fanno mai nelle camere d’ albergo. E, seconda regola, non si va mai da sole’, ha concluso la Rossetti.