Paola Perego: ‘Meraviglioso essere nonna. Presta? Il migliore, ma non sono raccomandata’

Paola Perego sprizza gioia da tutti i pori dopo la nascita del primo nipote, Pietro. La conduttrice ha raccontato la felicità dell'essere nonna in una intervista radiofonica durante la quale ha anche spiegato i motivi per cui non ha rinunciato al marito Lucio Presta come manager.

Pubblicato da Luana Rosato Martedì 4 dicembre 2018

Paola Perego: ‘Meraviglioso essere nonna. Presta? Il migliore, ma non sono raccomandata’
Instagram/Paola Perego in uno scatto pubblicato sui social.

Paola Perego è da poco diventata nonna di Pietro, figlio di Giulia Carnevale. La conduttrice ha parlato di questa gioia sui social e in numerose interviste durante le quali ha definito questa nuova ‘situazione’ meravigliosa.

‘Mi sembra ancora un po’ strano, però è meraviglioso’ – ha spiegato Paola Perego alla trasmissione radiofonica ‘I Lunatici’, cui ha rivelato di aver vissuto un periodo fatto di forti emozioni. Il nipotino Pietro è nato il 24 novembre scorso e ha già conquistato il cuore della neo nonna: ‘E’ stato un periodo dalle grandi emozioni, meraviglioso’ – ha continuato – ‘Tutte quelle cose che mi diceva mia madre quando ho partorito io ho scoperto che sono vere. Ero in sala parto, è stata una esperienza bellissima’.

Leggi anche: Paola Perego: Diventare nonna è essere mamma due volte, sarà un maschietto

Paola Perego: ‘Il termine nonna non mi sconvolge’

Se a qualcuno, però, essere chiamata ‘nonna’ potrebbe far paura, Paola Perego si è dimostrata entusiasta di questa ‘evoluzione’.

‘Il termine nonna non mi sconvolge, sono pazza di gioia’ – ha detto la conduttrice Rai, che si è detta pronta a viziare il piccolo Pietro, tanto ‘all’educazione ci penseranno i suoi genitori’.

La nascita del primo nipote, dunque, ha portato tanta felicità in casa Perego: ‘E’ come se quel bimbo fosse un prolungamento di me, è una parte di me’ – ha aggiunto la conduttrice, per nulla spaventata dall’avanzare dell’età.

‘Non mi dà fastidio essere chiamata nonna, tanto non è che se non mi chiamano così ho venti anni. Gli anni sempre quelli sono’.

Leggi anche: Paola Perego su Instagram non sembra lei e i fan insorgono: ‘Cosa hai fatto alla faccia?’

Paola Perego sul marito Lucio Presta: ‘Il più bravo manager’

Nonna e moglie soddisfatta, dunque, Paola Perego ha risposto anche alle domande riguardanti la sua vita sentimentale.

Legata al manager Lucio Presta da quasi venti anni, la conduttrice ha spiegato i motivi che l’hanno spinta a non rinunciare a lui dal punto di vista professionale.

Se molti l’hanno accusata di essere raccomandata proprio perché ‘moglie di’, la Perego ha dimostrato negli anni di non esserlo affatto.

‘Alla luce degli ultimi eventi, almeno non possono dirmi di essere raccomandata’ – ha ironizzato, facendo riferimento a quanto accaduto in Rai in seguito alla trasmissione ‘Parliamone…sabato’.

‘Sicuramente sono avvantaggiata perché lavoro con il più bravo dei manager’ – ha notato la Perego, sottolineando come il marito sia onesto intellettualmente e mai, quindi, la proporrebbe alle trasmissioni tv solo perché sua moglie.

Indipendentemente dalle dicerie e dalle voci di corridoio, quindi, Paola Perego ha scelto di non cambiare manager: ‘Ho deciso che rimango così: cambiare manager non sarebbe giusto perché è il più bravo, cambiare marito alla mia età ormai è difficile’.

Leggi anche: Paola Perego: ‘Mio marito Lucio Presta? Il migliore, anche come agente’