Angela Finocchiaro, bufera per uno sketch con le bimbe: ‘Gli uomini sono pezzi di m****’

Lo sketch realizzato da Angela Finocchiaro a La tv delle ragazze ha scatenato l'opinione pubblica. La comica, che nei panni di fatina invisibile ha spiegato ad un gruppo di bambine che gli 'uomini sono pezzi di m****', è stata accusata di 'violenza psicologica su minore'.

Pubblicato da Luana Rosato Martedì 20 novembre 2018

Angela Finocchiaro, bufera per uno sketch con le bimbe: ‘Gli uomini sono pezzi di m****’
Angela Finocchiaro ospite di Serena Dandini a La tv delle ragazze su Rai 3.

E’ bufera su Angela Finocchiaro per lo sketch realizzato su Rai 3 per La tv delle ragazze. La comica, nei panni di fatina invisibile, ha spiegato ad alcune bambine che ‘gli uomini sono tutti pezzi di m****’.

Una frase che ha indignato l’opinione pubblica, nonostante Serena Dandini abbia sottolineato, immediatamente dopo la messa in onda del video, che le bimbe protagoniste della gag di Angela Finocchiaro non hanno ascoltato quanto detto dalla sua ospite. A nulla, però, sono valse le spiegazioni della conduttrice Rai. Contro la Finocchiaro, infatti, sono insorti la Lega e i Cattolici, che hanno tacciato l’attrice di ‘violenza psicologica sul minore’ accusandola di essersi resa protagonista di ‘una pagina di televisione che snatura le relazioni umane’.

Angela Finocchiaro, la Rai prenderà provvedimenti disciplinari?

Non è stata solo la dichiarazione ‘gli uomini sono tutti pezzi di m****’ ad indignare alcuni esponenti politici, ma anche l’esternazione successiva della Finocchiaro.

Ad una bambina che le chiedeva se anche il suo papà fosse da considerare tale, lei ha risposto: ‘Soprattutto il tuo papà’.

Nonostante si sia trattato di un montaggio, il deputato leghista Massimiliano Capitanio, Segretario della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, ha chiesto all’Azienda di avviare ‘provvedimenti disciplinari nei confronti della comica’.

‘Il servizio pubblico radiotelevisivo non può e non deve essere questo’ – ha sostenuto Capitanio, ritenendo che ‘riferirsi a un papà o ad una mamma con questi termini e, soprattutto, di fronte ai bambini è una violenza psicologica sul minore, oltre che un esempio di linguaggio diseducativo e di pessimo gusto’.

I Cattolici contro La tv delle ragazze

Lo sketch di Angela Finocchiaro è stato additato anche dai Cattolici e l’ Aiart – Associazione Italiana Telespettatori – ha rimproverato anche l’operato della Rai.

‘Una scenetta surreale e diseducativa trasmessa sulla tv di Stato, da un programma che per quanto sia sbilanciato su ironia e sarcasmo, fatichiamo ad accettare’.

Sostenendo che la gag di Angela Finocchiaro abbia rappresentato una ‘pagina di televisione che snatura le relazioni umane, vìola il valore della famiglia e della religione’, oltre a danneggiare i minori’, l’Aiart ha annunciato che segnalerà La tv della ragazze a agli organismi di vigilanza.

Ciò che è andato in onda nello show Rai condotto da Serena Dandini, infatti, viene considerato un ‘disservizio pubblico anti educativo che annienta ogni regola deontologica e costituzionale’.