Mel B delle Spice Girls: ‘Tentato suicidio e cocaina a fiumi, vi racconto i miei drammi’

Mel B delle Spice Girls rivela: 'Ho tentato il suicidio e sniffato cocaina a fiumi, il matrimonio con Stephen Belafonte mi stava distruggendo'. Ora per fortuna il peggio è passato e Scary Spice si prepara a tornare in tour con le sue storiche compagne.

Pubblicato da Raffaele Dambra Lunedì 19 novembre 2018

Mel B delle Spice Girls: ‘Tentato suicidio e cocaina a fiumi, vi racconto i miei drammi’
Mel B delle Spice Girls all'evento NBC Universal Summer Press Day 2018 / Ansa.

Che Mel B delle Spice Girls avesse avuto una vita privata ‘movimentata’ era noto a tutti, pochi però sospettavano l’abisso in cui si era cacciata tra consumo massiccio di stupefacenti e addirittura un tentativo di suicidio per fortuna non concretizzatosi. Ora le cose vanno meglio e Melanie Brown, 43 anni e tre figli da tre uomini diversi, si prepara a tornare in tour con le Spice Girls (da giugno 2019, in una formazione a quattro senza Victoria), ma prima ha scelto di liberarsi definitivamente dai suoi demoni rivelando alcuni episodi del passato nella nuova autobiografia ‘Brutally Honest’.

‘In quel periodo ero una persona triste e patetica, totalmente fuori controllo. Ero così giù che due settimane dopo l’inizio delle riprese di X Factor avevo iniziato a usare la cocaina, sniffavo almeno 6 strisce al giorno per intorpidire il mio dolore’.

Il periodo in questione era il 2014 e Mel B stava attraversando la fase peggiore del matrimonio con il produttore cinematografico Stephen Belafonte, dal quale è uscita distrutta fisicamente e psicologicamente. E ricorrere alla droga sembrava per lei l’unica maniera per andare avanti.

‘Mi vergognavo di quello che stavo facendo, ma dovevo farlo’

‘Mi vergognavo di quello che stavo facendo’, si legge nell’estratto dell’autobiografia pubblicato dal The Sun, ‘Ma sentivo che dovevo averlo. La cocaina annebbiava il dolore e mi tirava su abbastanza per essere pronta a dimenticare tutto, tranne lo show’.

200 pastiglie di aspirina per togliersi la vita

Ma una sera, eravamo a dicembre di quell’anno, una Mel B sempre più nel baratro pensò a qualcosa di ben più estremo della cocaina: ‘Mi sentivo brutta e detestata dall’uomo che una volta aveva promesso di amarmi e proteggermi, un uomo che dopo dieci anni di matrimonio aveva una nostra collezione di video hot tale da rovinarmi la carriera e distruggermi la famiglia se soltanto avesse voluto. Allora ingerì circa 200 pillole di aspirina, e dopo che ognuna di quelle pasticche mi scendeva in gola pensavo ‘sei sicura?’, e ne prendevo un’altra: dieci, venti, cinquanta, cento, e poi ancora di più’.

Spice Girls, dopo la reunion anche un nuovo album?

‘Mi sono fermata in tempo: il suicidio non era la risposta’

Solo dopo aver ingoiato l’ultima pillola, Mel B si rese conto il suicidio non era la risposta: ‘Dovevo fare i conti con la mia vita. Dovevo andare in ospedale, dovevo tirare fuori quelle pillole dal mio stomaco prima che succedesse qualcosa’. E al risveglio in clinica l’ex Scary Spice, fortunatamente fuori pericolo, vide la primogenita Phoenix (all’epoca 15enne) al lato del suo letto, furiosa per quello che aveva appena fatto: ‘È stato il momento più brutto della mia vita’.

Leggi anche: Canzoni più orecchiabili di sempre, vince Wannabe delle Spice Girls

Mel B e l’ex marito Stephen Belafonte hanno trovato un accordo di divorzio nel dicembre dello scorso anno, nove mesi dopo la richiesta di separazione. La cantante ha ritirato le accuse di violenza domestica, accettando di corrispondere all’uomo 5 mila dollari al mese per il mantenimento della figlia in comune Madison (che oggi ha 7 anni) e 15 mila dollari al mese di alimenti.