Paolo Bonolis si ritira? ‘Non passerò il resto della mia vita in TV’

Il presentatore Paolo Bonolis si ritira dalla televisione? 'Non passerò il resto della mia vita in TV', ha dichiarato Paolone a pochi giorni dall'inizio di Scherzi a parte, 'Ora faccio anche il dirigente sportivo e mi diverto molto a scegliere giovani calciatori'.

Pubblicato da Raffaele Dambra Martedì 30 ottobre 2018

Paolo Bonolis si ritira? ‘Non passerò il resto della mia vita in TV’
Paolo Bonolis nel 2018 alla Leopolda 9 / Ansa.

L’annuncio ha turbato migliaia di fan: Paolo Bonolis si ritira dalla TV! Ma è proprio così? No, non è proprio così, anche perché dal 9 novembre il Paolone nazionale condurrà una nuova edizione di Scherzi a Parte, ma in occasione del solito giro di interviste che precede l’inizio di una trasmissione televisiva, il conduttore romano ha dichiarato di non aver per nulla intenzione di invecchiare in TV. Del resto l’alternativa sembra averla già trovata: presidente di una squadra di calcio.

Paolo Bonolis ha fondato infatti una squadra sportiva dilettantistica, con sede a Roma, che ha chiamato Azzurri 2010. Non si tratta di una cosa campata in aria ma di un progetto molto serio, se si pensa che la nuova società è affiliata nientemeno che all’Inter, la squadra del cuore dello stesso Bonolis.

Leggi anche: Paolo Bonolis, la foto insieme al primo figlio fa impazzire il web: ‘Sono uguali’

‘Invece di andare al casinò faccio crescere i ragazzi nello sport’

‘Nella mia vita ho avuto la fortuna di guadagnare bene’, ha detto il presentatore a TV Sorrisi & Canzoni, ‘E invece di andare al casinò, che è una cosa che non mi piace, mi diverto a far crescere bene i ragazzi nello sport’.

Nella fattispecie giovani calciatori di 15 anni: ‘La mia è una squadra di giovanissimi, under 15. Stiamo disputando il campionato provinciale: finora abbiamo giocato due partite, una contro il Zagarolo e una contro il Sant’Angelo Romano, due vittorie e zero reti subite. Niente male, eh?’

Leggi anche: Paolo Bonolis commosso per la figlia Silvia, le lacrime a bordocampo

Paolo Bonolis: ‘La mia squadra è un omaggio all’Inter e ad… Alberto Sordi’

E chissà che non esca fuori qualche talento da dare alla sua Inter: ‘Giochiamo con una maglia bianca bordata di rosso, con tre strisce rosse nel petto. La squadra si chiama Azzurri 2010 perché azzurro è il sogno di ogni bambino che gioca a calcio, vestire la maglia della Nazionale, mentre 2010 è l’anno del triplete dell’Inter, da cui derivano appunto le tre strisce sulla maglia. I colori bianco e rosso sono invece un omaggio ad Alberto Sordi nel film ‘Il presidente del Borgorosso Football Club’ (che però aveva una maglia bianconera, ndr).

Leggi anche: Gianni Morandi e Marilyn Manson con Paolo Bonolis, è il selfie dell’anno

‘Mi diverto molto con il calcio, altro che TV’

Ma cosa c’entra tutto questo, vi starete chiedendo, con la notizia del possibile ritiro di Paolo Bonolis dalla TV? C’entra eccome, perché alla domanda su chi abbia selezionato i giovanissimi calciatori della sua squadra, Bonolis ha rivelato di averci messo lo zampino pure lui, prefigurandosi un futuro da dirigente sportivo più che da conduttore in TV: ‘Li ho selezionati con gli allenatori Fabio e Angelo Panichi. Sono una ventina in tutto, ed è bello vederli crescere. Mi diverto molto con il calcio, non penserete mica che passerò il resto della mia vita in televisione?’

Staremo a vedere.