Antonella Clerici: ‘Nessuna polemica con Elisa Isoardi. Portobello? Perderò contro la De Filippi’

Antonella Clerici ha spiegato di non aver voluto creare alcuna polemica con Elisa Isoardi esprimendo il suo giudizio sulla nuova Prova del cuoco. Poi, la conduttrice ha presentato la nuova edizione di Portobello dicendosi certa di perdere la gara degli ascolti contro Maria De Filippi.

Pubblicato da Luana Rosato Venerdì 26 ottobre 2018

Antonella Clerici: ‘Nessuna polemica con Elisa Isoardi. Portobello? Perderò contro la De Filippi’
Antonella Clerici alla conferenza stampa di presentazione di Portobello / Ansa.

Antonella Clerici alla presentazione di Portobello spiega di non aver voluto creare alcuna polemica con Elisa Isoardi e di essere pronta ad affrontare il sabato sera di Rai 1 con una certezza: ‘Perderò contro Maria De Filippi’.

Emozionata come lo era per il Festival di Sanremo, Antonella Clerici si è detta pronta per il remake di Portobello, trasmissione storica condotta da Enzo Tortora negli anni Ottanta. ‘Il programma è difficile da condurre’ – ha spiegato la conduttrice che, dopo 18 anni de La Prova del cuoco, ha scelto di lasciare il cooking show per dedicarsi ad altro. La Rai, quindi, ha accolto le sue richieste e le ha affidato il reboot di un programma che ha fatto la storia della televisione italiana e per il quale la Clerici ha studiato ‘da buona secchiona’.

Leggi anche: Antonella Clerici dopo La Prova del Cuoco: ‘Se fossi andata avanti sarei scoppiata’

Antonella Clerici su La Prova del cuoco: ‘Programma che sta nel mio cuore’

Nonostante non ne faccia più parte, però, il nome di Antonella Clerici continua ad essere legato a quello de La Prova del cuoco.

Le recenti dichiarazioni su una ‘gestione sbagliata’ del programma – oggi nelle mani di Elisa Isoardi – hanno scatenato la reazione stizzita di quest’ultima.

Così, proprio durante la conferenza stampa di Portobello, la Clerici ha colto l’occasione per precisare di non aver voluto scatenare una polemica e di voler bene alla collega.

‘Ho parlato con il cuore, se sono stata interpretata male mi spiace, voglio bene e faccio il tifo per Elisa’ – ha fatto sapere.

‘Quel programma sta nel mio cuore e io volevo solo dire che forse certi cambiamenti sono stati un errore’ – ha continuato la Clerici, spiegando di aver voluto dare dei consigli.

‘Non ho nulla contro di Elisa, anzi le auguro di fare sempre meglio’ – ha concluso, tentando di mettere fine ad una polemica che ha avuto grande seguito sui social.

Leggi anche: Elisa Isoardi: ‘Antonella Clerici? Farò tesoro dei suoi suggerimenti, ma…’

Antonella Clerici: ‘Il programma della De Filippi è di grande successo’

Messo un punto alla ‘questione Prova del cuoco’, quindi, Antonella Clerici si è concentrata sulla presentazione di Portobello.

Entusiasta e grata alle figlie di Enzo Tortora, che le hanno dato grande fiducia, la conduttrice ha spiegato di aver voluto accanto a sé Paolo Conticini, nei panni di inviato, e Carlotta Mantovan, come coordinatrice del centralone.

Spetterà proprio alla vedova di Frizzi gestire delle ragazze senza esperienza: ‘Volevamo delle ragazze normali perché mi auguro che possano avere una carriera televisiva, come è già accaduto in passato’.

Sulle aspettative degli ascolti, invece, Antonella Clerici ha risposto con razionalità.

Consapevole di scontrarsi con un colosso della concorrenza, Maria De Filippi e Tu sì que vales, la conduttrice ha detto: ‘Devo dire che sento molto la responsabilità, è chiaro che noi arriviamo con dei competitor […] però contro qualcuno bisogna pur andare’.

‘Il sabato sera c’è Maria (De Filippi, ndr) da sempre, noi ci alterniamo un po’ […]il loro è un programma di grande successo e quindi ci sarà molta tensione però non è che adesso penso di poter battere loro, penso a fare bene il mio programma, che è quello che a me interessa’.

Per quanto riguarda la gara degli ascolti, quindi, la Clerici è certa: ‘Perderò, però cercherò piano piano di erodere’.

‘Bisogna un po’ riprendere le basi del sabato sera di Rai1 e quindi qualcuno lo deve pur fare questo ‘sporco lavoro’ – ha concluso.