Jerry Calà dal cinema alla Venier: ‘Le molestie? Le fanno gli sfigati. Mara? Mi riempì di botte’

Jerry Calà, lontano dal grande schermo da tempo, si è espresso sul caso molestie e ha detto la sua riguardo la l'assenza dal cinema. Tornando indietro nel tempo, poi, ha anche riportato alla memoria un episodio della sua vita privata: quando venne preso a botte da Mara Venier.

Pubblicato da Luana Rosato Venerdì 19 ottobre 2018

Jerry Calà dal cinema alla Venier: ‘Le molestie? Le fanno gli sfigati. Mara? Mi riempì di botte’
Ansa/Jerry Calà in una foto di archivio del 1996.

Jerry Calà, lontano da tempo dal grande schermo, continua ad essere uno degli attori più apprezzati dal pubblico. Amato per le sue commedie, vanta anche una relazione famosa con Mara Venier, oggi sua grande amica e un tempo sua compagna.

L’amore tra i due fu abbastanza travagliato a causa delle ‘scappatelle’ di lui. E’ stata la stessa Venier, infatti, a confessare di essere stata tradita da Jerry Calà che, però, in una intervista a I Lunatici su Radio 2 ha raccontato la sua versione dei fatti. In particolar modo, l’attore ha ricordato con ironia un episodio: quando, ad una festa, la Venier lo trovò a parlare con una e lo riempì di botte. ‘Mi ha beccato, ha frainteso e mi ha riempito di botte. Cosa che tra le altre cose non dice mai’ – ha detto.

Leggi anche: Mara Venier su Jerry Calà: ‘Tradita il giorno del matrimonio, l’ho beccato con un’altra’

Jerry Calà: ‘Mara Venier è una burlona’

‘A una festa che avevamo fatto con gli amici mi ha beccato che parlavo fitto fitto in bagno con una’ – ha continuato a raccontare Calà.

‘Non che ci facevo cose come racconta di solito lei’ – ha precisato, definendo la sua ex compagna ‘una burlona’.

In quell’occasione, dunque, Jerry Calà fu preso a botte dalla Venier pur essendo del tutto innocente, almeno a suo dire.

Ad oggi, tuttavia, l’attore e la conduttrice di Domenica In sono grandissimi amici e le vicissitudini sentimentali sono un ricordo simpatico da raccontare in alcune occasioni.

Leggi anche: Mara Venier e Jerry Calà insieme su Instagram: ‘Gente come noi che ancora si vuol bene’

Jerry Calà sul #metoo: ‘Difficile parlarne e giudicare’

Nell’intervista rilasciata a Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, Jerry Calà si è espresso anche sul #metoo e sulle accuse di molestie di alcune attrici nei confronti dei registi.

‘È difficile parlarne, giudicare. L’unica cosa che mi viene da dire è che mi sembra strano che in Italia abbiano accusato solo uno’.

Per Calà, infatti, la situazione è molto chiara: ‘Quelli che fanno queste cose, sono quelli che non contano nulla. Queste cose le fanno gli sfigati’.

‘Sono loro che vanno a intortare le povere ragazzine che sognano di entrare nel mondo del cinema’ – ha continuato, certo che ‘uno che conta davvero ci pensa un pochino prima di compromettere la propria immagine’.

Il cinema, nonostante le accuse degli ultimi periodi e la sua lontananza dal grande schermo, continua ad essere il suo primo amore.

‘L’Italia rispetto ad altri Paesi è provinciale’ – ha detto – ‘Altrove gli attori che hanno una storia vengono tenuti da conto e coccolati. Qui invece si dice che uno puzza di morto’.

Calà, infatti, manca dal grande schermo da tempo, ma continua a lavorare con successo nei teatri.

‘C’è discrasia tra quello che pensano i funzionari e i produttori e quello che pensa la gente’ – ha concluso – ‘Se la gente non mi volesse bene non farei 120 spettacoli l’anno. Quelli che stanno negli uffici, stanno lì e non sanno una mazza’.