Corinne Clery: ‘Non parlo con mio figlio da due anni e non mi manca’

Corinne Clery non parla con il figlio da due anni. L'attrice lo ha raccontato a Caterina Balivo durante il programma 'Vieni da me'. 'Voleva essere il mio padrone, nel senso che si preoccupava per me e decideva per me. Mi ha soffocata, poi sono successe un po' di cose bruttine e ho dovuto dirgli: 'Guarda ognuno ha la sua vita'', ha dichiarato la Clery

Pubblicato da Chiara Podano Giovedì 18 ottobre 2018

Corinne Clery: ‘Non parlo con mio figlio da due anni e non mi manca’
ansa/l'attrice Corinne Clery

Corinne Clery, ospite del programma ‘Vieni da me’ di Caterina Balivo, ha ammesso di non parlare con il figlio da due anni. Alexandre è nato dal matrimonio dell’attrice con Hubert Wayaffe. La coppia si è sposato nel 1967 quando la Clery aveva solo 17 anni. Il rapporto tra madre e figlio si è deteriorato, ma la Clery continua a vedere e sentire le sue due nipotine ed è una nonna molto presente.

Corinne Clery si è lasciata andare e durante il programma ‘Vieni da me’ di Caterina Balivo ha raccontato un retroscena inedito riguardante il figlio Alexandre.

Corinne Clery: ‘Non parlo con mio figlio da due anni’

Le note di ‘It’s gonna be alright’ di Bob Marley riecheggiano nello studio di ‘Vieni da me’ di Caterina Balivo. Non una canzone qualsiasi per Corinne Clery, ma il brano su cui l’attrice ballava insieme al figlio.

‘Lo tenevo in braccio, lo baciavo e ballavo girando per casa con i cani che ci saltavano addosso per fare le feste’, ha ricordato l’attrice.

Il rapporto con il figlio però non è più quello di un tempo. ‘Fino ai suoi 30 anni è andato tutto bene, avevamo un rapporto speciale’, ha raccontato l’attrice, ma qualcosa poi ha creato una spaccatura.

Quando Giuseppe Ercole, marito dell’attrice, è deceduto, il figlio Alexandre aveva divorziato e così la Clery lo ha ospitato. I due si sono consolati a vicenda e il ragazzo è stato molto vicino alla madre in un momento così complicato.

Durante la convivenza tutto è andato per il meglio, in quel periodo Corinne Clery era devastata per aver perso l’amore della sua vita. ‘Non sono uscita di casa per sei mesi’, ha svelato.

La convivenza dunque non è ansata male anche perché l’attrice ha lasciato al figlio i suoi spazi. ‘Sono francesce, non sono invadente e ho rispetto della privacy dei figli’. Il legame però ha subito una crisi quando l’attrice ha lasciato la casa a Roma ed è andata a vivere in campagna.

‘Voleva essere il mio padrone, nel senso che si preoccupava per me e decideva per me. Mi ha soffocata, poi sono successe un po’ di cose bruttine e ho dovuto dirgli: ‘Guarda ognuno ha la sua vita”. ‘Cioè lo hai messo alla porta?’, ha chiesto Caterina Balivo. ‘Sì, certo. Sono stati dieci mesi terribili, ma il giorno che ho capito che avevo una malattia e che dovevo salvarmi c’è stata una reazione antipatica da parte di Alexandre’.

Corinne Clery ha affrontato con difficoltà l’argomento, ha anche raccontato che l’ex fidanzato Angelo Costabile ha provato a farla riavvicinare ad Alexandre. ‘Ma tuo figlio ti mancherà?’, le ha chiesto la Balivo. ‘No, non mi manca. Ho sofferto troppo’, ha risposto l’artista.

L’attrice però ha mantenuto buoni rapporti con le nipotine ed è una donna super presente. ‘Sulla canzone di Bob Marley hai avuto una reazione, non ci credo che non ti manca’, ha detto Caterina Balivo. ‘Non mi manca, ma mi mancano i ricordi. Mi sono fatta degli esami di coscienza, non sono perfetta. Credo di aver dato l’amore, il divertimento, le coccole, i viaggi. Forse ho sbagliato, capita ma non ho fatto niente di male e probabilmente lui ha una sofferenza atavica per il papà che è stato poco presente’, ha concluso l’attrice.