Rose McGowan contro il movimento Metoo: ‘Solo str***e. Le attrici attiviste? Codarde e perdenti’

Rose McGowan ha attaccato il movimento Metoo e alcune colleghe che vi hanno aderito. L'attrice però ha smentito quanto emerso durante questa sua intervista al Sunday Times e spiegato di aver puntato il dito contro Hollywood e il suo modo di approcciare la campagna. Lo stesso magazine ha chiarito la posizione della protagonista di Streghe

Pubblicato da Chiara Podano Martedì 9 ottobre 2018

Rose McGowan contro il movimento Metoo: ‘Solo str***e. Le attrici attiviste? Codarde e perdenti’
ansa/Rose Mc Gowan durante la fashion Week londinese

Rose McGowan punta il dito contro il Metoo e le attrici che hanno aderito. La protagonista di ‘Streghe’ è tra i volti più attivi del movimento nato poco più di un anno fa dopo l’esplosione dello scandalo Weinstein. È stata la collega Alyssa Milano con un hashtag a dare vita a questa battaglia.

Le dichiarazioni di Rose McGowan contro il movimento Metoo e le attrici che vi fanno parte stupiscono, tanto che la star è intervenuta su Twitter e ha smentito, o meglio spiegato, quanto detto nell’intervista rilasciata al Sunday Times. Lo stesso magazine ha chiarito la posizione della McGowan, ma procediamo con ordine.

Rose McGowan attacca il movimento Metoo

L’attivista ha definito il movimento MeeToo un ‘Un mucchio di str***ate’ e usato parole molto dure nei confronti delle colleghe che hanno aderito e raccontato di aver subito violenze da Harvey Weinstein.

‘Codarde’ e ‘Perdenti’, senza troppi giri di parola è così che Rose McGowan ha descritto alcune delle attrici che hanno supportato il movimento ma solo a parole senza poi agire e fare nulla di concreto. ‘Conosco queste persone, so che sono codardi e deboli, e finché tutto sembra bello in apparenza, per loro è sufficiente. Non sono campioni, non difendono cause. Per me sono solo perdenti’, ha dichiarato.

La McGowan ha lanciato accuse gravissime sostenendo che alcune colleghe avrebbero denunciato le molestie soltanto per cavalcare l’onda.

Così l’attrice ha aggiunto che il movimento ‘è tutta una farsa’. ‘È una bugia, un cerotto per far sentire meglio la gente di Hollywood riguardo se stessa’, ha dichiarato la protagonista di Streghe.

Dichiarazioni che però a detta della McGowan e dello stesso magazine hanno generato confusione tanto da essere completamente travisate.

Rose McGowan smentisce le accuse contro il movimento Metoo

‘Parlavo di Hollywood e Time’sUp, non del #MeToo. Argh! Sono così stanca di queste bufere erronee. #MeToo sono le vittime e le loro esperienze,cose che non si possono cancellare’, così Rose McGowan ha smentito con un post pubblicato su Twitter quanto emerso nell’intervista rilasciata al Sunday Times.

L’attrice ha anche pubblicato un video e chiarito che per lei il movimento MeToo non è affatto una farsa ma un’esperienza difficile, importante e onesta.

Anche il magazine ha chiarito la posizione di Rose McGowan. ‘Ci scusiamo se si è generata confusione e siamo felici di chiarire che i commenti di Rose McGowan nell’intervista del Sunday Times Magazine riguardavano #MeToo a Hollywood piuttosto che il movimento in senso generale e più ampio’.

La McGowan si è dunque scagliata non tanto sul movimento in sé e su chi vi ha aderito ma su come Hollywood e l’industria cinematografica in generale ha affrontato la vicenda.